Pensioni, contributi volontari 2021: quanto costano?

Per l’anno 2021 sono stati aggiornati i costi dovuti per il versamento volontario dei contributi.

di , pubblicato il
Per l’anno 2021 sono stati aggiornati i costi dovuti per il versamento volontario dei contributi.

Per l’anno 2021 sono stati aggiornati i costi dovuti per il versamento volontario dei contributi.

La pandemia ha “bloccato” gli importi delle pensioni: rispetto all’anno 2020, per il corrente anno non c’è stata una variazione dell’inflazione tale da giustificare un incremento degli assegni.

Il costo previsto per il versamento dei contributi volontari è rimasto immutato rispetto allo scorso anno.

INPS ha fissato i nuovi valori di retribuzione sulla quale determinare l’entità dei versamenti volontari per l’anno 2021.

Pensioni, contributi volontari: nuova Circolare INPS

Con la Circolare n. 27 del 2021, l’INPS ha aggiornato gli importi per la prosecuzione volontaria dell’assicurazione IVS nelle gestioni amministrate dall’INPS.

Per il corrente anno 2021 non sono state previste variazioni di importo rispetto allo scorso anno dato che la variazione percentuale nell’indice dei prezzi al consumo, per le famiglie di operai e impiegati, nel 2020 è risultata negativa (-0,3%).

In fin dei conti dovevamo attendercelo vista la crisi economica scaturita dalla crisi sanitaria.

Il costo della contribuzione volontaria si calcola tenendo conto delle ultime settimane lavorate.

Contribuzione volontaria ex lavoratori dipendenti: calcolo

Per i lavoratori dipendenti l’aliquota contributiva è pari al:

  • 27,87% per coloro che sono stati autorizzati al versamento prima del 31 dicembre 1995;
  • 33,00% per le autorizzazioni dopo il 31/12/1995.

Per il calcolo dell’ammontare del contributo volontario, si applica l’aliquota contributiva sulla retribuzione di riferimento pari alla media di quanto percepito nelle ultime 52 settimane lavorate.

Tenendo conto del minimale contributivo aggiornato al 1° gennaio 2021 (pari a 206,23€), il costo per ogni settimana di contribuzione non può essere inferiore a 57,48€ (per chi ha un’aliquota del 27,87%) o a 68,06€ (per le aliquote del 33%).

Contribuzione volontaria per gli inoccupati: calcolo

Per gli inoccupati che non hanno una retribuzione alla quale fare riferimento per il calcolo della contribuzione volontaria, si applicano i minimali fissati dall’INPS con la Circolare n.

27 dell’anno 2021.

Per il corrente anno la spesa minima per coprire un anno di contribuzione volontaria è pari a 2.988,77€ per chi è stato autorizzato entro il 1995, mentre è pari a 3.538,91€ per chi è stato autorizzato dopo l’anno 1995.

Calcolo contribuzione volontaria per altre categorie

Per gli artigiani l’aliquota è pari al 24,00%, mentre per i commercianti si applica un’aliquota del 24,09%.

Si applica un’aliquota di contribuzione pari al 32,65% per gli iscritti al fondo speciale dei postelegrafonici (ex-Ipost) e per i dipendenti degli enti locali e della sanità.

 

Argomenti: ,