Pensione casalinga (o casalingo) 2019: importi aggiornati, requisiti e come fare domanda

Pensione casalinga (o casalingo) 2019: aumento importi. Ecco tutte le novità e chi ne ha diritto. Come e quando fare domanda.

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Pensione casalinga (o casalingo) 2019: aumento importi. Ecco tutte le novità e chi ne ha diritto. Come e quando fare domanda.

Tra le richieste di consulenza che ci arrivano in redazione in merito ad informazioni sulla pensione casalinga ci ha colpito quello del signor Pino da Caserta: nella sua famiglia a lavorare è la moglie, segretaria amministrativa, mentre lui, rimasto disoccupato giovane e appassionato di cucina, ha deciso di restare a casa occupandosi delle faccende domestiche e dei figli a tempo pieno (arrotondando di tanto in tanto con qualche lavoretto extra). Sono sempre più numerose realtà come queste (effetto anche dell’emancipazione femminile nel mondo del lavoro): ebbene non tutti sanno che, sebbene per un ancoraggio storico (e perché statisticamente le donne casalinghe sono più numerose) si parli di pensione casalinghe al femminile, in realtà nulla vieta che la richiesta di iscrizione al Fondo Pensione Casalinghe arrivi da un uomo.

Sei un uomo o una donna casalinga e sei preoccupato di non avere una pensione futura? Ecco come fare per averne diritto e versare i contributi.

Requisiti domanda pensione casalinga: quali sono?

Ricordiamo che proprio l’iscrizione al Fondo Casalinghe Inps è uno dei requisiti indispensabili per avere diritto alla pensione casalinghe.

Chi può iscriversi al Fondo Casalinghe Inps? Di seguito i requisiti:

• età compresa fra i 16 e i 65 anni;
• non aver svolto altre tipologie lavorative di tipo subordinato o autonomo (dunque aver svolto l’attività di casalinga in via esclusiva e a tempo pieno) e non essere stata mai scritta ad una cassa previdenziale. Ammesse invece attività part time che non abbiano comunque raggiunto il minimo retributivo;
• non aver diritto ad altri tipi di pensione diretta.

Leggi anche: Fondo Pensione Casalinghe: contano i contributi da lavoro dipendente?

Oltre all’iscrizione al fondo pensione è richiesto un minimo di 5 anni di contributi versati anche se non continuativi. L’ importo mensile da versare al Fondo è libero ma parte da un minimo di 25,85 euro al mese.

Per altre informazioni sulla pensione casalinghe non esitare a scrivere in redazione all’indirizzo [email protected] Ci scusiamo per i tempi di attesa perché riceviamo molte richieste ma risponderemo a tutti i lettori.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News pensioni, Pensione casalinghe