Pensione e bonus 150 euro: come fare domanda di riesame all’Inps

Cosa deve fare il pensionato che non ha ricevuto il bonus da 150 euro con la mensilità di novembre. Come presentare domanda di riesame all’Inps.

di , pubblicato il
pensioni accompagnamento

Con la pensione di novembre è stato corrisposto anche il bonus da 150 euro previsto dal decreto Aiuti ter 2022. Il pagamento è avvenuto in automatico per tutti coloro che hanno un reddito non superiore a 20.000 euro.

Tuttavia, è possibile che qualche pensionato non abbia ricevuto il bonus da 150 euro spettante con il cedolino di novembre. Le ragioni possono essere diverse, compresi gli errori tecnici, ma spesso sono riconducibili alla soglia di reddito indicata.

Pensione e bonus 150 euro, come verificare il diritto

La prima cosa da fare, quindi, non è quella di prendere subito d’assalto il Contact Center Inps o recarsi presso le sedi provinciali. Bisogna innanzitutto controllare bene il motivo in base alle indicazioni della circolare Inps sul diritto al bonus da 150 euro.

Capita spesso che si percepiscano due o più pensioni, erogate magari da enti pensionistici diversi. Ebbene, in questo caso, se la somma delle rendite è superiore alla soglia dei 20 mila euro, l’Inps non ha sbagliato nulla.

L’Istituto verifica infatti attraverso il casellario centrale delle pensioni tutte le prestazioni in pagamento.

Così come può succedere che il reddito della pensione non supera i 20 mila euro, ma poi vi sono altre fonti di reddito che incidono su tale soglia. Anche in questo caso l’Inps si interfaccia coi dati presenti nell’anagrafe fiscale prima di erogare il bonus.

Come presentare domanda di riesame

E’ bene, quindi, verificare attentamente sul sito Inps.it il motivo del mancato riconoscimento del bonus da 150 euro a novembre. Per farlo è necessario accedere mediante le proprie credenziali digitali e seguire le istruzioni presenti nel servizio dedicato. Bisogna quindi cliccare su

 “verifiche bonus decreto aiuti 2022”

e visualizzare l’esito della valutazione effettuata dall’Inps.

In caso di mancato pagamento sono riportate le relative motivazioni. Qualora il pensionato abbia diritto al bonus da 150 euro e non l’ha percepito dovrà presentare, sempre tramite il sito Inps.it, richiesta di ricostituzione della pensione. Una specie di ricorso amministrativo che avverrà in tempi brevi e il cui esito sarà riportato nella stesa sezione “verifiche bonus decreto aiuti 2022”.

Si ricorda che tutti i pagamenti sono stati elaborati in via automatica per cui una piccola percentuale di errore può sempre capitare. Al pensionato, quindi, spetta di verificare se ha ricevuto o meno il bonus da 150 euro ed eventualmente segnalarlo con le modalità indicate sopra. Il termine per la presentazione del riesame è di 90 giorni dalla dato di mancato accredito, cioè da quando il pensionato con il cedolino pensione viene a conoscenza del diniego.

Argomenti: ,