Pensione anticipata Quota 100: preavviso e ferie

Pensione anticipata Quota 100, tempi di preavviso, modalità e ferie. Analizziamo cosa prevede la noramtiva vigente.

di , pubblicato il
pensione anticipata APE Sociale

La pensione quota 100 crea ancora tanti dubbi nei nostri lettori, rispondiamo ad un quesito dove ci viene richiesto le modalità del preavviso e le ferie.

Pensione quota 100: preavviso

Gentile Angelina Tortora, le sottopongo questo quesito perché lei mi è già stata utile una volta riguardo alla legge 104 per mia madre.

Riscattando la mia laurea il primo marzo 2019 ho raggiunto i requisiti richiesti per quota 100 cioè 62anni compiuti l’anno scorso e 38 di contributi  maturati per mezzo di questo riscatto l’anno scorso a fine dicembre. Lavoro per poste italiane. Ho un contratto part time verticale 10 gg a casa e 20 a lavorare e due gg di legge 104 al mese per mia madre.

Poste pur essendo un ibrido nel caso di quota 100 agisce da privato. Mi è stato detto che devo dare due mesi di preavviso lavorati. Cosa significa in termini di malattia ferie part time e legge 104? La mia prima finestra è aprile non ho ancora presentato domanda perché solo ora si vedono i contributi della laurea. I mesi di preavviso partono da quando si presenta la domanda al patronato? Devo anche firmare qualcosa col datore di lavoro? Nessuno mi sa dire con chiarezza. Attendo una sua risposta con ansia. Grazie.

Tempi di preavviso e modalità

Analizziamo cosa si intende per preavviso e quali sono i tempi da comunicare al datore di lavoro.

Con il termine preavviso di licenziamento, viene considerato il lasso temporale tra la domanda di dimissione per pensionamento e l’ultimo giorno lavorativo effettivo. Tale periodo dovrà essere comunicato al datore di lavoro con lettera di licenziamento, nel caso della nostra lettrice, la lettera ha un fine pensionistico. I tempi di preavviso sono regolati nei CCNL e possono variare in base alla qualifica del dipendente, il tempo e il grado di responsabilità.

Il preavviso dei contratti a tempo indeterminato viene disciplinato dal codice civile all’articolo n. 2118.

Il preavviso lavorativo comunicato al datore di lavoro dovrà essere svolto in via continuativa ed effettivo, questo significa che i periodi di malattia, congedo o ferie, portano ad un allungamento del periodo.

Rispondendo alla nostra lettrice, il preavviso parte dal momento che lei lo comunica al datore di lavoro, con lettera di licenziamento per pensionamento.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.