Riscatto laurea agevolato, calcolo e quanto si risparmia, tutte le novità

Riscatto laurea ordinario e agevolato a confronto, costo e risparmio secondo la normativa vigente, non solo per under 45 ma per tutti.

di , pubblicato il
riscatto laurea

Il riscatto laurea agevolato, è un’ottima opportunità da non sottovalutare. Il riscatto agevolato per il corso di studi collocato successivamente al 1° gennaio 1996. La normativa inizialmente consentiva l’accesso solo a chi aveva meno di 45 anni, poi la norma ha ampliato la platea di beneficiari a tutti i richiedenti senza limite di età. Ci si chiede quale sarà l’effettivo risparmio per chi aderisce al riscatto agevolato?

Riscatto laurea: calcolo ordinario

Il calcolo ordinario del riscatto di anni di laurea posteriori al 1° gennaio 1996, è determinato sulla base dell’aliquota contributiva.

L’aliquota che viene applicata è parti al 33 – 34 per cento sulla base imponibile, considerando un anno di lavoro (52 settimane), questo valore sarà moltiplicando per il numero degli anni che si intendono riscattare. Possono inoltrare domanda di riscatto del corso di studi universitari i lavoratori iscritti all’AGO, alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi e alla gestione separata. La normativa prevede anche il riscatto frazionato o parziale, per conoscere quali corsi di studi sono riscattabili, consiglio di consultare la legge n. 341/1990, che riporta tutti i titoli anche conseguiti all’estero.

Riscatto laurea agevolato

Il riscatto agevolato è stato inserito nel Decreto Legge n. 4/2019 i periodi riscattabili sono quelli collocati a partire dal primo gennaio 1996, l’accesso al riscatto è previsto per tutti senza limiti di età, la normativa inizialmente prevedeva l’accesso solo agli under 45.

Il riscatto agevolato si calcola applicando un onere per ogni anno che si intende riscattare, considerando il livello annuo minimo imponibile del reddito per i soggetti della Gestione INPS Artigiani e Commercianti (legge n. 233/1990). Questo valore dovrà essere per l’aliquota di computo che è in vigore al momento della  presentazione della domanda.

Il costo di riscatto agevolato sarà così calcolato: euro 15.878 per 33 per cento per un valore totale di  5.239 euro annui

Calcolo a confronto tra riscatto ordinario e riscatto agevolato

Il calcolo ordinario per gli anni di laurea posteriori al 1° gennaio 1996 è applicato con un’aliquota del 33 – 34 per cento sull’imponibile previdenziale delle ultime 52 settimane precedenti alla domanda, per ogni anno che si intende riscattare.

Per verificare l’effettivo risparmio, abbiamo ipotizzato un esempio a confronto di riscatto ordinario con riscatto agevolato.

Esempio con riscatto laurea a regime ordinario e agevolato

Consideriamo una retribuzione degli ultimi 12 mesi è di 33.500 euro

Periodo da riscattare 3 anni

Calcolo del riscatto ordinario: 33.500 x 33 per cento = 11.055 euro (valore annuo)

Euro 11.055 x 3 anni = 33.165 euro (costo riscatto ordinario)

Calcolo del riscatto agevolato successivamente al 1° gennaio 1996 = 5. 239 x 3 anni = 15.717 euro.

Con il risparmio agevolato si ottiene una riduzione del costo del 52,6%.

Il risparmio aumenta fino ad arrivare a circa il 70% – 75%, per un riscatto di circa 6 anni di studio.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,