Pensione a 63 anni, ecco l’elenco delle 23 categorie ammesse ad Ape Sociale 2022

Nuove categorie di lavoratori gravosi ammessi ad Ape Sociale dal 2022. Novità anche per edili e ceramisti.

di , pubblicato il
In pensione a 63 anni subito, perché Ape Sociale 2022 è rafforzata e quali sono i vantaggi

Prorogata di un altro anno Ape Sociale, ma con importanti novità. La platea dei beneficiari è estesa a più lavoratori gravosi che passano così da 15 a 23 categorie accogliendo nuove figure professionali.

Modifiche di rilievo per Ape Sociale vengono introdotte per talune tipologie di lavoro come gli operai edili e i ceramisti. Dal 2022 possono andare in pensione con 32 anni di contributi anziché con 36.

Nuovo elenco lavoratori gravosi

La normativa originaria (legge 232/2016) prevedeva che solo alcuni i lavoratori usuranti potessero accedere ad Ape Sociale a 63 anni di età con almeno 36 anni di anzianità contributiva. Dal 2022, però, l’elenco è stato allargato a nuove figure professionali meritevoli di maggior tutela previdenziale. Si tratta di:

  • Professori di scuola primaria, pre-primaria e assimilati
  • Tecnici della salute e professioni qualificate nei servizi sanitari e locali
  • Addetti alla gestione dei magazzini e professioni assimilate
  • Operatori della cura estetica
  • Professioni qualificate nei servizi personali ed assimilati
  • Artigiani, operai specializzati, agricoltori
  • Conduttori di impianti e macchinari per l’estrazione e il trattamento dei minerali
  • Operatori di impianti per la lavorazione a caldo dei metalli
  • Conduttori di forni ed altri impianti per la lavorazione del vetro, della ceramica e assimilati
  • Conduttori di impianti per la trasformazione del legno e la fabbricazione della carta
  • Operatori di macchinari e di impianti per la raffinazione del gas e dei prodotti petroliferi, per la chimica di base e la chimica fine e per la fabbricazione di prodotti derivati dalla chimica
  • Conduttori di impianti per la produzione di energia termica e di vapore, per il recupero dei rifiuti e per il trattamento e la distribuzione delle acque
  • Conduttori di mulini e impastatrici
  • Conduttori di forni e di analoghi impianti per il trattamento termico dei minerali
  • Operai semiqualificati di macchinari fissi per la lavorazione in serie e operai addetti al montaggio
  • Operatori di macchinari fissi in agricoltura e nella industria alimentare
  • Conduttori di veicoli, di macchinari mobili e di sollevamento
  • Personale non qualificato addetto allo spostamento e alla consegna merci
  • Personale non qualificato nei servizi di pulizia di uffici, alberghi, navi, ristoranti, aree pubbliche e veicoli
  • Portantini e assimilati
  • Professioni non qualificate nell’agricoltura, nella manutenzione del verde, nell’allevamento, nella silvicoltura e nella pesca
  • Professioni non qualificate nella manifattura, nell’estrazione di minerali e nelle costruzioni

Ape Sociale e lavoratori precoci

Per quanto riguarda i lavoratori precoci, nulla cambia rispetto al 2021.

Il requisito indispensabile per accedere alla pensione anticipata con Ape Sociale è quello di aver versato almeno 41 anni di contributi a prescindere dall’età anagrafica.

Di questi, almeno 12 mesi devono essere stati versati prima del compimento dei 19 anni di età. Poi è necessario soddisfare una delle condizioni di disagio sociale previste per Ape Sociale.

Argomenti: ,