Pagamenti in contanti, novità dal 2014

Obbligo per professionisti e venditori di accettare pagamenti con Pos dal 2014, mentre il Tesoro smentisce la possibile riduzione della soglia limite di 1000 euro per i pagamenti in contanti

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il

Si ridurrà o no il limite al pagamento in contanti dal 2014? Il Tesoro per ora smentisce ma novità ci saranno sicuro per venditori e professionisti che dovranno accettare pagamenti con moneta elettronica dal 1° gennaio 2014. Scatta così l’obbligo previsto dal decreto legge n. 179 del 2012 sui limiti al pagamento in contanti.

Professionisti e venditori: obbligatorio accettare pagamenti elettronici

Dal 1 gennaio 2014 sarà obbligatorio per chi effettua attività di vendita di prodotti e di prestazioni di servizi, anche professionali, accettare anche pagamenti effettuati attraverso carte di debito. Scatta così l’obbligo per i professionisti, tra cui gli avvocati di accettare pagamenti di parcelle con carte di debito quindi l’obbligo di dotarsi di Pos.

Parcelle avvocato pagamento bancomat:  attesa per decreti ad hoc

Si attende però, come si legge nello stesso decreto legge n 179 del 102 appositi provvedimenti attuativi da parte del Ministero dello sviluppo economico che dovrà stabilire le modalità, i termini e i soggetti interessati. In attesa di capire dai decreti attuativi quali saranno, con precisione, i soggetti obbligati, considerando che mancano solo due mesi , ricordiamo che la norma impone le nuove regole a chi effettua «l’attività di vendita di prodotti», quindi, potrebbero essere interessati non solo i commercianti al dettaglio, ma anche quelli all’ingrosso, i produttori, gli agricoltori, gli ambulanti eccetera.

Limite pagamento contanti: cosa cambia dal  prossimo anno

[fumettoforumright]

Sempre in tema di limite al pagamento in contanti, dal prossimo anno ci sarà anche l’obbligo per banche, poste, istituti di pagamento, quindi intermediari finanziari in genere di effettuare “verifiche forzate” sulla propria clientela che effettua depositi, prelievi e operazioni di pagamento per importi sopra i 2500 euro.

Limite pagamento contanti 1000 euro: si ridurrà ancora?

Il tema del limite al pagamento in contanti è tornato  agli onori della cronaca negli ultimi giorni con una proposta circolata negli ambienti di ridurre ulteriormente il tetto al limite del pagamento in contanti, prontamente smentita dal Tesoro con una nota pubblicata sul sito istituzionale. Per ora quindi sembra rimanere l’attuale soglia al pagamento in contanti di 999,99 euro, introdotto dal decreto salva italia e tutti i pagamenti sopra tale soglia devono obbligatoriamente essere effettuati con bancomat, carta di credito, bonifici bancari o assegni. 

 

Potrebbe interessarti anche:

 Pagamenti in contanti e limite di 1000 euro. Tutte le regole da seguire

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Evasione fiscale