Pagamenti bonus 200 euro partite Iva. Accrediti INPS dalla scorsa settimana

Dalla scorsa settimana, l'INPS ha iniziato ad effettuare i pagamenti del bonus 200 euro partite iva

di , pubblicato il
Facciamo prima a vedere chi non prende il bonus 200 euro, tutte le categorie degli esclusi

“Meglio tardi che mai!” dice un vecchio detto. Dalla scorsa settimana, l’INPS ha iniziato a effettuare i pagamenti del bonus 200 euro partite Iva. Finalmente, dopo circa 7 mesi dall’entrata in vigore del DL 50/2022, decreto che ha introdotto il bonus, arrivano i primi pagamenti. Le domande per richiedere il bonus potevano essere presentate entro lo scorso 30 novembre.

I pagamenti potrebbero essere completati in questa settimana.

Il bonus 200 euro per le partite Iva

Potevano presentare richiesta di bonus 200 euro, i lavoratori autonomi e professionisti iscritti alle gestioni previdenziali INPS in possesso dei requisiti indicati nella circolare INPS 26 settembre 2022, n. 103.

Nel dettaglio, potevano presentare la domanda, i lavoratori:

  • iscritti alla gestione speciale degli artigiani;
  • iscritti alla gestione speciale dei commercianti;
  • iscritti alla gestione speciale per i coltivatori diretti e per i coloni e mezzadri, compresi gli imprenditori agricoli professionali;
  • pescatori autonomi;
  • liberi professionisti iscritti alla Gestione Separata, compresi i partecipanti agli studi associati o società semplici.

Sono destinatari dell’indennità anche i lavoratori iscritti in qualità di coadiuvanti e coadiutori alle gestioni previdenziali degli artigiani, esercenti attività commerciali, coltivatori diretti coloni e mezzadri (Fonte portale INPS).

Come ribadito sul portale INPS, i richiedenti il bonus dovevano presentare un reddito complessivo 2021 non superiore a 35.000 euro e non dovevano aver fruito del bonus 200 euro disciplinato dagli articoli 31 e 32 del decreto Aiuti.

Ove i richiedenti, nel medesimo periodo d’imposta, abbiano percepito un reddito complessivo lordo non superiore a 20.000 euro, in ottemperanza al decreto-legge Aiuti-ter, l’indennità è maggiorata di 150 euro, per un importo complessivo di 350 euro.

I richiedenti, al 18 maggio 2022, devono inoltre: essere già iscritti alla gestione autonoma; essere titolari di partita Iva attiva; aver versato almeno un contributo nella gestione d’iscrizione per il periodo di competenza dal 1° gennaio 2020 (con scadenza di versamento al 18 maggio 2022).

Inoltre, alla data del 18 maggio 2022 – gli interessati non dovevano essere titolari di trattamenti pensionistici diretti.

Pagamenti bonus 200 euro partite iva dalla scorsa settimana

Come detto in premessa, in redazione sono giunte diverse segnalazioni con le quali i nostri lettori ci hanno informato di aver ricevuto il pagamento del bonus 200 euro partite Iva. Difatti, l’INPS ha avviato i pagamenti dalla scorsa settimana.

Da parecchio tempo che ci stavano chiedendo quando sarebbero arrivati i primi bonifici. Considerato che il DL aiuti che ha previsto l’indennità è entrato in vigore il 18 maggio. Dunque per avere il bonifico l’attesa è stata molto prolungata. Ma si sa, i titolari di partiva Iva sono sempre quelli svantaggiati rispetto alle altre categorie di lavoratori.

A ogni modo, tutti i pagamenti del bonus 200 euro potrebbero essere completati già nella settimana in corso.

Argomenti: ,