Nuovo bonus motorini, ecco come ottenerlo: si riparte

I concessionari possono accedere nuovamente alla piattaforma web per prenotare gli incentivi statali destinati all’acquisto di ciclomotori e motocicli, c.d bonus motorini

di , pubblicato il
Il bonus auto può essere usato anche per acquistare una moto o uno scooter?

A partire dalle ore 10 di giovedì 13 gennaio 2022, riapre per i concessionari la piattaforma ecobonus.mise.gov.it per prenotare gli incentivi destinati all’acquisto di ciclomotori e motocicli, c.d bonus motorini.

Lo ha reso noto il Ministero dello sviluppo economico con apposito avviso pubblicato sul proprio portale.

Per l’incentivo, ex Legge di bilancio 2021, è stato previsto uno stanziamento complessivo di 150 milioni di euro, pari a 20 milioni per ciascun anno dal 2021 al 2023 e 30 milioni per ciascuno degli anni dal 2024 al 2026.

Riparte la prenotazione degli incentivi, bonus motorini

Con un avviso pubblicato sul proprio portale,  il Mi.se. ha reso noto che a partire dalle ore 10 di giovedì 13 gennaio 2022 riapre per i concessionari la piattaforma ecobonus.mise.gov.it per prenotare gli incentivi destinati all’acquisto di ciclomotori e motocicli, c.d bonus motorini.

Per l’incentivo è stato previsto uno stanziamento complessivo di 150 milioni di euro, pari a 20 milioni per ciascun anno dal 2021 al 2023 e 30 milioni per ciascuno degli anni dal 2024 al 2026.

Il contributo è rivolto a coloro che acquistano un veicolo elettrico o ibrido nuovo di fabbrica delle categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e. L’agevolazione varia a seconda se colui che acquista il nuovo mezzo ne consegna un altro da rottamare o meno.

Nello specifico, il contributo è pari al:

  • 30% del prezzo di acquisto fino a massimo € 3.000 (IVA esclusa) senza rottamazione e
  • 40% del prezzo di acquisto fino a massimo € 4.000 (IVA esclusa) con rottamazione.

Sulla rottamazione bonus motorini, è da precisare che il veicolo da rottamare deve essere:

  • di categoria L;
  • intestato da almeno 12 mesi allo stesso soggetto intestatario del nuovo veicolo o ad uno dei familiari conviventi;
  • omologato alle classi Euro 0,1,2 o 3 ovvero oggetto di ritargatura ai sensi del Decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti 2 febbraio 2011 n.
    76, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il 2 aprile 2011.

Nell’atto di acquisto del veicolo nuovo deve essere indicato il veicolo da rottamare e il contributo statale Ecobonus.

Come funziona la prenotazione?

La prenotazione delle risorse bonus motorini prevede degli step ben definiti.

In base alle indicazioni presenti sul portale del Mi.s.e, i venditori:

  • si registrano preventivamente nell’Area Rivenditori;
  • prenotano i contributi relativi ad ogni singolo veicolo, ottenendo, secondo la disponibilità di risorse, una ricevuta di registrazione della prenotazione;
  • confermano l’operazione entro 180 giorni dalla prenotazione, comunicando il numero di targa del veicolo nuovo consegnato e allegando la documentazione prevista.

Da qui:

  • il contributo è corrisposto dal venditore all’acquirente mediante compensazione con il prezzo di acquisto;
  • le imprese costruttrici o importatrici del veicolo nuovo rimborsano al venditore l’importo del contributo;
  • le imprese costruttrici o importatrici del veicolo nuovo ricevono dal venditore la documentazione necessaria e poi recuperano l’importo del contributo sotto forma di credito d’imposta.
Argomenti: ,