Multe per prevenire incidenti stradali: la circolare attuativa del Ministero dell’Interno

La circolare emessa il 21 luglio 2017 apporta delle modifiche sostanziali alla disciplina Maroni per contrastare le maggiori cause di incidenti stradali.

di , pubblicato il
La regola sui soldi delle multe che in pochi conoscono (e non tutti rispettano)

La circolare numero 300/A/5620/17/144/520/3 emessa il 21 luglio 2017 ha finalmente aggiornato la direttiva Maroni dettando nuove regole sui controlli delle forze dell’ordine per le violazioni del codice della strada.

Gli aspetti toccati dalla circolare sono molti, andando dall’autovelox alle distanze tra strumento e cartello di segnalazione, dall’uso del cellulare alla guida alle cinture di sicurezza e seggiolini per bambini. Viene introdotto, poi, il drogometro, un test rapido per desumere se chi guida ha fatto o meno uso di droga.

La nuova disciplina vuole essere un contrasto ad alto impatto contro quelle che sono le principali cause di incidenti stradali ed è stata emanata nella giornata del 21 luglio 2017 sottoforma di circolare del servizio di Polizia stradale. In essa si stabilisce che gli autovelox, così come i Tutor, devono essere sottoposti a taratura periodica annuale e il loro impiego è consentito soltanto agli organi di polizia stradale e non a tecnici privati.

Nella circolare si legge che le maggori cause di incidenti stradali possono essere individuate in:

  • guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti;
  • eccessi di velocità;
  • rispetto degli obblighi di utilizzo delle cinture di sicurezza e del casco protettivo;
  • tutti quei comportamenti che costituiscono motivo di distrazione per il conducente e, in primo luogo, l’uso del cellulare o dello smartphone durante la guida; la necessità di porre particolare attenzione a tale fenomeno trova la sua giustificazione anche nelle evidenze statistiche più recenti.

E’ possibile leggere l’intere circolare in formato PDF: Circolare n_-05620_del_21_07_2017

Argomenti: , ,