Monete rare straniere: da Maradona a Federer passando per Lincoln

Quali sono le monete e le banconote rare straniere di maggior valore? Quali lo diventeranno? Ecco un’analisi: attenzione soprattutto ai centesimi di dollaro.

di , pubblicato il
monete rare straniere

Quali sono le monete rare straniere di maggior valore? Gli appassionati di numismatica sono sempre alla ricerca dei pezzi meno comuni e spesso, ma non sempre, si tratta di monete commemorative o che hanno avuto una storia molto particolare. In questo articolo faremo il punto della situazione, parlando di alcuni pezzi dedicati alle figure di Maradona e Federer e poi faremo un’inchiesta sulle monete rare straniere di maggior valore in assoluto.

Maradona e Federer, due campioni due monete rare straniere del futuro

Abbiamo deciso di iniziare la nostra analisi sulle monete rare straniere non da un pezzo in metallo bensì da una banconota. Si tratta dei 10.000 pesos argentini, dedicati alla figura del più grande calciatore di tutti i tempi, Diego Armando Maradona, morto all’età di 60 anni il 25 novembre 2020. In realtà, la banconota non è stata ancora immessa in circolazione, a causa dei gravi problemi di inflazione che stanno colpendo l’Argentina. Il suggerimento degli esperti è di prestare molta attenzione al momento del lancio, perché diverrà in futuro sicuramente un pezzo da collezione.
Passando dal più grande calciatore a quello che è considerato tra i più grandi tennisti di sempre, segnaliamo due monete commemorative dedicate a Roger Federer da parte della Svizzera. Si tratta di una moneta in argento del valore di 20 franchi e di una moneta in oro del valore di 50 franchi. La tiratura non è limitatissima, ma il valore crescerà sicuramente col tempo.
Ma quali sono le monete rare straniere di maggior valore a oggi? Ebbene, dobbiamo spostarci negli USA perché tra i pezzi di maggior valore ci sono proprio alcuni centesimi di dollaro.

I dollari che possono valere una vera fortuna: le monete rare straniere di maggior valore

Iniziamo dalla moneta rara più preziosa in assoluto.

Si tratta del centesimo di bronzo 1943-D, coniato durante la Seconda Guerra Mondiale, ma riscoperto soltanto nel 1979. Si tratta di un penny che presenta Lincoln ed è stato coniato dalla zecca di Denver in una lega a base di bronzo invece che in acciaio zincato. Al momento, sembra esserne rimasto un solo esemplare: il suo valore è stato quotato intorno a 1 milione e mezzo di dollari.
Passiamo adesso ai centesimi di dollaro che sono stati quotati con un valore superiore a 100.000 dollari:
1. Centesimo di dollaro del 1856 con un’aquila che vola.
2. Centesimi di dollaro della fine del XIX secolo con una testa di indiano.
3. Centesimo di dollaro 1926-S (che fu coniata in tiratura limitata).
4. Centesimo di dollaro 1969-S (con scritte sdoppiate).
Un’altra moneta rara da tenere d’occhio è sicuramente il pezzo da 1 centesimo del 1914, sempre con l’immagine di Lincoln. È stata coniata in ben 4 milioni di esemplari, ma non se ne trovano in buone condizioni. Per gli esemplari che si trovano in un ottimo stato di conservazione, gli appassionati sono pronti a spendere anche 95.000 dollari.
C’è poi la moneta da 1 centesimo di dollaro 1944-D. nonostante la tiratura sia stata elevatissima, 430 milioni di esemplari, la sua peculiarità è di essere stata coniata in acciaio invece che in rame. Il suo valore attuale è di circa 103.000 dollari. Stessa quotazione grossomodo anche per il centesimo di dollaro 1909-S, che portava la firma V.D.B. All’epoca non era consentito che una sigla avesse tre iniziali per firmare e così fu ritirata immediatamente dalla circolazione. Ebbene i 500.000 esemplari coniati oggi possono valere più di 100.000 euro.
Leggi anche: Monete da 2 euro rare che valgono 2500 euro: occhio al portafoglio
[email protected]

Argomenti: ,