Modello 730/2020: settembre, ultimo mese per l’invio

Scade il 30 di questo mese di settembre il termine di presentazione al fisco del Modello 730/2020. Attenzione ai tempi di attesa per il rimborso ed alle modalità di versamento del debito d’imposta

di , pubblicato il
Scade il 30 di questo mese di settembre il termine di presentazione al fisco del Modello 730/2020. Attenzione ai tempi di attesa per il rimborso ed alle modalità di versamento del debito d’imposta

Ancora 30 giorni di tempo per l’invio del Modello 730/2020 (anno d’imposta 2019). Il termine ultimo, infatti, è fissato al 30 settembre 2020 e tale data vale sia per il Modello 730 ordinario che per quello precompilato.

Chi, obbligato a presentare la propria dichiarazione dei redditi e trovandosi nella possibilità di farlo con il Modello 730, dovesse lasciar trascorrere il 30 settembre, potrà assolvere al proprio obbligo tributario, comunque, per il tramite del Modello Redditi PF/2020, il cui termine ultimo di invio è stabilito al 30 novembre prossimo. Stesso discorso vale per chi, pur non essendo obbligato alla dichiarazione dei redditi, voglia presentarla per far valere detrazioni o deduzioni e si trovi nella condizione di poter presentare il Modello 730.

Modello 730/2020: chi può presentarlo

Possono presentare il Modello 730/2020 (anno d’imposta 2019), precompilato o ordinario, i contribuenti che nel 2020 sono:

  • pensionati o lavoratori dipendenti (compresi i lavoratori italiani che operano all’estero per i quali il reddito è determinato sulla base della retribuzione convenzionale definita annualmente con apposito decreto ministeriale);
  • persone che percepiscono indennità sostitutive di reddito di lavoro dipendente (es. integrazioni salariali, indennità di mobilità);
  • soci di cooperative di produzione e lavoro, di servizi, agricole e di prima trasformazione dei prodotti agricoli e di piccola pesca;
  • sacerdoti della Chiesa cattolica;
  • giudici costituzionali, parlamentari nazionali e altri titolari di cariche pubbliche elettive (consiglieri regionali, provinciali, comunali, ecc.);
  • persone impegnate in lavori socialmente utili;
  • lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato per un periodo inferiore all’anno;
  • personale della scuola con contratto di lavoro a tempo determinato;
  • produttori agricoli esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta (Modello 770), Irap e Iva.

Da quest’anno, anche l’erede può presentare il Modello 730/2020 della persona deceduta purché quest’ultima si trova in una delle suddette condizioni.

Come presentare il Modello 730/2020

Il Modello 730/2020 ordinario può essere presentato al proprio sostituto d’imposta che presta l’assistenza fiscale, al Caf o al professionista abilitato. I lavoratori dipendenti privi di un sostituto d’imposta devono presentare il Modello 730 a un Caf-dipendenti o a un professionista abilitato. Ricordiamo, infatti, che è prevista la possibilità di presentare il modello in commento anche nel caso in cui non si abbia un sostituto d’imposta.

Il Modello 730 precompilato può essere, invece, presentato direttamente dal contribuente all’Agenzia delle Entrate o anche tramite Caf, professionista, o sostituto d’imposta se questi presta assistenza fiscale.

In merito ai tempi ed alle modalità di rimborso del credito o del versamento del debito da Modello 730/2020 si invita a leggere anche il nostro articolo “Modello 730/2020 anche per chi è in NASPI: come comportarsi”.

Potrebbero anche interessarti:

 

Argomenti: , ,