Modello 730/2020 precompilato: le date da segnare e tutte le scadenze dell’anno

L’Agenzia delle Entrate ha fissato le regole per la consultazione, accettazione, correzione ed invio del Modello 730 precompilato riferito all’anno d’imposta 2019. La data di partenza è il 5 maggio

di , pubblicato il
L’Agenzia delle Entrate ha fissato le regole per la consultazione, accettazione, correzione ed invio del Modello 730 precompilato riferito all’anno d’imposta 2019. La data di partenza è il 5 maggio

Dettate le regole per l’accesso alla dichiarazione 730 precompilata riferita all’anno d’imposta 2019 (Modello 730/2020) da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati. Disponibili anche gli elementi a base della dichiarazione precompilata medesima oltre che le specifiche tecniche per la trasmissione telematica delle comunicazioni di richiesta e per la fornitura delle dichiarazioni. Il tutto è contenuto nel Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 30 aprile scorso. Si ricorda che è l’art. 1 del D. Lgs. n 175 del 2014 a stabilire che l’Agenzia delle Entrate, entro il 15 aprile di ciascun anno, renda disponibile telematicamente la dichiarazione precompilata, relativa al periodo d’imposta precedente, ai titolari di redditi di lavoro dipendente e assimilati. Tuttavia, quest’anno, in virtù dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, il predetto termine del 15 aprile è stato spostato al 5 maggio (a decorrere dal 2021 la dichiarazione precompilata sarà resa disponibile dal 30 aprile). Il contribuente potrà accedervi direttamente o tramite intermediario incaricato. Laddove voglia accedervi direttamente questi potrà farlo alternativamente tramite le proprie credenziali dispositive Fisconline rilasciate dall’Agenzia delle Entrate; Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o identità SPID; credenziali dispositive rilasciate dall’INPS o dalla Guardia di Finanza; credenziali rilasciate da altri soggetti individuati con Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate. Per chi, invece, decide di rivolgersi ad un CAF o un professionista abilitato, in considerazione dell’emergenza in atto, il decreto Cura Italia, al fine di contenere quanto più possibile spostamenti e contatti, ha reso possibile far pervenire delega e documento di riconoscimento tramite scansione o altro strumento messo a disposizione da parte dei predetti soggetti.

Le date da ricordare

Il contribuente, utilizzando le funzionalità rese disponibili all’interno dell’area autenticata, può effettuare, in relazione alla propria dichiarazione 730 precompilata, le seguenti operazioni: a) visualizzazione e stampa; accettazione ovvero modifica, anche con integrazione, dei dati contenuti nella dichiarazione, e invio; b) versamento delle somme eventualmente dovute mediante modello F24 già compilato con i dati relativi al pagamento da eseguire, con possibilità di addebito sul proprio conto corrente bancario o postale; c) indicazione delle coordinate del conto corrente bancario o postale sul quale accreditare l’eventuale rimborso; d) consultazione delle comunicazioni, delle ricevute e della dichiarazione presentata; e) consultazione dell’elenco dei soggetti delegati ai quali è stata resa disponibile la dichiarazione 730 precompilata.

Tutte le scadenze da ricordare sono disponibili al seguente link di assistenza alla precompilata e che qui riepiloghiamo:

  • 5 maggio 2020 (è possibile accedere alla dichiarazione precompilata 2020);
  • 14 maggio 2020 (è possibile accettare, modificare e inviare la dichiarazione 730 precompilata all’Agenzia delle Entrate direttamente tramite l’applicazione web; utilizzare la compilazione assistita per gli oneri detraibili e deducibili da indicare nel quadro E; modificare il modello Redditi precompilato);
  • 19 maggio 2020 (è possibile inviare il modello Redditi precompilato);
  • 25 maggio 2020 (è possibile inviare il modello Redditi aggiuntivo del 730 presentando il frontespizio e i quadri RM, RT e RW; il modello Redditi correttivo per correggere e sostituire il 730 o il modello Redditi già inviato; annullare il 730 già inviato e presentare una nuova dichiarazione tramite l’applicazione web. L’annullamento del 730 si può fare solo una volta: fino al 22 giugno);
  • 22 giugno 2020 (ultimo giorno utile per annullare tramite l’applicativo web il 730 già inviato);
  • 30 giugno 2020 (ultimo giorno per il versamento di saldo e primo acconto per i contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta o con modello Redditi);
  • 30 luglio 2020 (ultimo giorno utile per il versamento, con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse, di saldo e primo acconto per i contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta o con modello Redditi);
  • 30 settembre 2020 (ultimo giorno utile per la presentazione del 730 precompilato all’Agenzia delle Entrate direttamente tramite l’applicazione web; ultimo giorno utile per comunicare al sostituto d’imposta di non voler effettuare il secondo o unico acconto dell’Irpef o di volerlo effettuare in misura inferiore);
  • 26 ottobre 2020 (ultimo giorno per presentare, al Caf o professionista abilitato, il 730 integrativo, possibile solo se l’integrazione comporta un maggiore credito, un minor debito o un’imposta invariata);
  • 10 novembre 2020 (ultimo giorno utile per la presentazione del 730 correttivo di tipo 2 all’Agenzia delle Entrate direttamente tramite l’applicazione web);
  • 30 novembre 2020 (ultimo giorno utile per la presentazione del modello Redditi precompilato e per inviare il modello Redditi correttivo del 730; ultimo giorno utile per il versamento del secondo o unico acconto per i contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta o con modello Redditi).
Argomenti: ,