Mef: in crescita il reddito complessivo totale dichiarato

Più 42 miliardi di euro rispetto all’anno precedente (circa il 5%), ecco i dati del 2018.

di , pubblicato il
Più 42 miliardi di euro rispetto all’anno precedente (circa il 5%), ecco i dati del 2018.

Attraverso il Comunicato Stampa N° 83 del 23 aprile 2020, il Mistero dell’Economia e delle finanze rende noto il reddito complessivo dichiarato nell’anno 2018.

Buone notizie, forse un po’ a sorpresa, il reddito complessivo totale dichiarato, nel periodo d’imposta 2018, ammonta a circa 880 miliardi di euro (+42 miliardi rispetto all’anno precedente, +5%) per un valore medio di 21.660 euro, in crescita del 4,8% rispetto al reddito complessivo medio dichiarato l’anno precedente.

 

I dati del Mef

Buone notizie dal Ministero dell’Economia e delle finanze, almeno per quel che riguarda le entrate del 2018.

Il reddito complessivo totale dichiarato, si legge nel comunicato sopra citato, ammonta a circa 880 miliardi di euro (+42 miliardi rispetto all’anno precedente, +5%) per un valore medio di 21.660 euro, in crescita del 4,8% rispetto al reddito complessivo medio dichiarato l’anno precedente.

Ma attenzione, c’è un piccolo bluff, nel 2018, infatti, cambia la gestione del riporto delle perdite per i soggetti in contabilità semplificata, ora equiparate a coloro che hanno una contabilità ordinaria e che pertanto non rientrano più nel calcolo del reddito complessivo, per questo motivo, spiega il Ministero: “Per un confronto omogeneo con l’anno precedente, è necessario escludere dal reddito complessivo del 2017 le perdite in contabilità semplificata e da partecipazione in società esercenti attività d’impresa, in tal caso la variazione percentuale del reddito complessivo rispetto al 2017 è del +3,1%. L’incremento del reddito complessivo è dovuto all’aumento dei redditi da pensione, lavoro dipendente e lavoro autonomo”.

L’analisi territoriale conferma che la regione con reddito medio complessivo più elevato è la Lombardia (25.670 euro), seguita dalla Provincia Autonoma di Bolzano (24.760 euro), mentre la Calabria presenta il reddito medio più basso (15.430 euro); anche nel 2018, quindi, rimane cospicua la distanza tra il reddito medio delle regioni centro-settentrionali e quello delle regioni meridionali.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Argomenti: ,