Mal di schiena, quando nasconde questo problema dà diritto alla 104

Vediamo quando il mal di schiena può dar diritto a presentare domanda all’INPS per vedersi riconoscere la 104

di , pubblicato il
Mal di schiena, quando nasconde questo problema dà diritto alla 104

Le patologie infiammatorie croniche alla schiena, come l’artrite reumatoide e altre malattie reumatiche, possono dar diritto a far domanda per vedersi riconoscere la c.d. 104?

Ecco un quesito arrivato in questi giorni in redazione.

A chi spetta la 104

La legge 104 è riconosciuta a coloro che presentano una situazione di handicap. Quindi, un soggetto che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione.

La disabilità deve essere accertata da un’apposita commissione medica. L’iter prevede la necessità di presentare apposita domanda (telematica) all’INPS dietro certificato rilasciato dal medico curante. La domanda può essere presentata direttamente dal richiedente (tramite i servizi online dell’INPS stessa) oppure rivolgendosi ad enti di Patronato.

Il mal di schiena cronico

Oggi quasi tutti soffriamo di mal di schiena. Nella maggior parte dei casi è anche il tipo di lavoro che influisce su questo malessere.

Il semplice mal di schiena oppure un mal di schiena sporadico che impedisce di recarsi al lavoro per un certo periodo di tempo non può dar diritto alla legge 104. In queste ipotesi è sufficiente, infatti, richiedere giorni di malattia fino alla guarigione.

Diverso, invece, può essere il caso di mal di schiena cronico dovuto a patologie reumatoide croniche o dovuto a traumi che lasciano danni permanenti. In questi casi, è possibile presentare domanda per la 104 in modo tale che l’apposita commissione medica possa accertare l’inabilità fisica al lavoro e, quindi, riconoscere il diritto alla 104 stessa.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,