Lavori con il 110, l’azienda può occuparsi anche della cessione del credito? (più una nota sull’ascensore)

La pratica per il bonus 110 può essere delegata all'azienda che esegue i lavori?

di , pubblicato il
azienda-lavori-bonus-110

Vorrei alcuni chiarimenti sull’eco bonus 110%.
Vivo in un condominio con 6 unità immobiliari, dove andrebbero fatti dei lavori di ripristino del tetto del corpo scala (infiltrazioni di acqua),  infissi del corpo scala (infiltrazioni di acqua) , facciata del condominio, balconi e sotto balconi di tutte le unità immobiliari.
Vorrei chiederle , sperando in una sua cortese risposta, quali sono i lavori dove è possibile richiedere la cessione del credito?

Esistono aziende che si occupano sia della parte burocratica sia della parte edilizia, in modo da potersi rivolgere ad un’unica azienda che possa portare a termine tutti i lavori in autonomia?

Rientra nel bonus 110% la riqualificazione e messa a norma di un ascensore con vano ascensore fuori uso da un paio di anni?

 

Restano diversi i dubbi sul bonus 110 prima di fare i lavori che vi rientrano. Si tratta pur sempre di una novità, per tutti, aziende e professionisti inclusi. Ma ad essere più dubbiosi sono probabilmente i proprietari di casa, che spesso non sanno come procedere per non perdere il bonus 110. Il lettore che ci scrive vorrebbe procedere ai lavori agevolati al 110 in condominio ma è sicuro se tutti gli interventi previsti possano rientrarvi e, inoltre, non sa se un’azienda incaricata dei lavori possa gestire per conto del condominio anche la pratica di cessione del credito.

Soprattutto quando parliamo di condomini, la pratica di detrazione 110 ed eventuale cessione del credito, comporta l’intervento e la collaborazione di più parti. In assemblea determinante è il ruolo dell’amministratore per l’approvazione dei lavori che rientrano nel super bonus. Il riconoscimento della detrazione 110 prevede alcuni documenti e adempimenti importanti nei quali strategico è l’intervento dei professionisti per le certificazione e asseverazione tecnica comprovante il salto di due classi energetiche.

Ora, può accadere che aziende grandi dispongano di professionisti (ingegneri, geometri, architetti in sede).

Cessione del credito: può essere diretta del cliente o a carico dell’azienda dopo lo sconto in fattura

Una volta definito cosa rientra nel super bonus 110, chi si occupa dell’eventuale pratica di cessione del credito? Le ipotesi sono sostanzialmente due:

  1. il cliente porta in detrazione il bonus 110 ed eventualmente procede, anche per le rate successive, alla cessione del credito in banca o presso intermediari;
  2. l’azienda accetta lo sconto in fattura assumendo il credito. Il proprietario non deve fare più nulla, sarà l’azienda, eventualmente, a cedere il credito a sua volta.

Sui lavori agevolati al 110: la riparazione dell’ascensore vi rientra?

In merito all’ascensore, lavori di installazione o manutenzione straordinaria (come sembrerebbe in questo caso vista l’entità del guasto) danno diritto al bonus ristrutturazioni. Non trattandosi di interventi di riqualificazione energetica o messa in sicurezza, non si configura l’accesso al bonus 110. Da ultimo chiariamo, in merito al primo dubbio esposto, che la cessione del credito non riguarda solo i lavori agevolabili con il 110. Questa possibilità è stata estesa infatti anche ad altri bonus casa (restano esclusi bonus mobili e bonus verde).

Argomenti: ,