Il bonus mobili spetta anche per la riparazione degli elettrodomestici scaduta la garanzia?

Il bonus mobili spetta anche per sostenere le spese di riparazione degli elettrodomestici, la cui garanzia è scaduta? Scopriamolo in questa guida di Investire Oggi.

di , pubblicato il
Il bonus mobili spetta anche per sostenere le spese di riparazione degli elettrodomestici, la cui garanzia è scaduta? Scopriamolo in questa guida di Investire Oggi.

Il bonus mobili 2021 può essere richiesto per un importo massimo di 16.000 euro di spesa e le agevolazioni consistono in una detrazione del 50% del costo sostenuto, da ripartire in 10 rate.

Il bonus mobili spetta anche per sostenere le spese di riparazione degli elettrodomestici, la cui garanzia è scaduta? Scopriamolo in questa guida di Investire Oggi.

Bonus Mobili ed Elettrodomestici: come ottenere la detrazione fiscale?

Si può usufruire della detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione.

Come chiarito dall’Agenzia delle Entrate è necessario che i mobili e gli elettrodomestici oggetto della detrazione fiscale siano nuovi e l’agevolazione può essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato non prima del 1° gennaio 2020.

La detrazione Irpef del 50% si ottiene indicando le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi e spetta al contribuente che usufruisce della detrazione per le spese di intervento di recupero del patrimonio.

Per ottenere il bonus mobili ed elettrodomestici è necessario che la data dell’inizio dei lavori di ristrutturazione edilizia preceda quella in cui si acquistano i beni.

La data di avvio dei lavori può essere dimostrata, da eventuali abilitazioni amministrative.

Bonus Mobili ed Elettrodomestici: quali sono gli interventi edilizi per beneficiare della detrazione fiscale?

Per beneficiare del bonus mobili ed elettrodomestici nuovi è necessario che vengano eseguiti i seguenti interventi edilizi:

  • ricostruzione o ripristino di un immobile danneggiato da eventi calamitosi, se è stato dichiarato lo stato di emergenza
  • manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia su singoli appartamenti
  • restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia, riguardanti interi fabbricati, eseguiti da ditte di costruzione.

Bonus Mobili: per quali elettrodomestici?

Il bonus mobili può essere fruito per gli elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+ (A o superiore per i forni e lavasciuga), come rilevabile dall’etichetta energetica.

Rientrano nei grandi elettrodomestici: frigoriferi, congelatori, lavatrici, radiatori elettrici, forni a microonde, apparecchi per la cottura, lavasciuga e asciugatrici, lavastoviglie, stufe elettriche, piastre riscaldanti elettriche, apparecchi elettrici di riscaldamento, ventilatori elettrici ed apparecchi per il condizionamento.

Le spese di trasporto e di montaggio dei beni acquistati sono tra le spese da portare in detrazione.

Si ricorda che la detrazione del 50% va calcolata su un importo massimo di 16.000 euro per gli acquisti effettuati entro il 31 dicembre.

 

Argomenti: