Fisco 2018: le 10 novità più attese del nuovo anno

La Legge di Bilancio per il 2018 ha rappresentato l’ultimo miglio del governo Gentiloni, prima dello scioglimento delle Camere – annunciato – da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Un’eredità pesante quella della manovra finanziaria per il prossimo anno, che ha introdotto numerose novità in ambito fiscale e non solo. A seguire la lista […]

di , pubblicato il
legge 104

La Legge di Bilancio per il 2018 ha rappresentato l’ultimo miglio del governo Gentiloni, prima dello scioglimento delle Camere – annunciato – da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Un’eredità pesante quella della manovra finanziaria per il prossimo anno, che ha introdotto numerose novità in ambito fiscale e non solo. A seguire la lista dei 10 punti più interessanti destinati ad avere un peso specifico sul tema fisco 2018, particolarmente a cuore da parte della maggioranza degli italiani, ancora alle prese con la disoccupazione ed il caos pensioni.

Il tema fiscale sarà anche al centro della prossima campagna elettorale.

Il decalogo

  1. Reddito di inclusione: ufficialmente ha preso il via dal 1° gennaio 2018. L’importo massimo è di 485 euro. Dal nuovo anno, dovranno essere soddisfatti esclusivamente requisiti economici, con un Isee pari o inferiore ai 6.000 euro e un Isre non superiore ai 3.000 euro.
  2. Equo compenso: avvocati e lavoratori autonomi potranno contare a partire dal 2018 sull’equo compenso, vale a dire un compenso effettivamente proporzionato al lavoro svolto.
  3. Iperammortamento: anche nel 2018 sarà confermato l’iperammortamento, una supervalutazione degli investimenti in chiave industria 4.0.
  4. Fatturazione mensile: i contratti delle tlc e pay tv in Italia tornano ad essere a fatturazione mensile. Il 2018 darà dunque l’addio alle bollette da 28 giorni.
  5. Assunzioni under 35: durante il nuovo anno le aziende potranno beneficiare di uno sgravio contributivo per l’assunzione di under 35 con contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti.
  6. Carburanti: da quest’anno gli acquisti dei carburanti (benzina o gasolio) per le auto saranno tracciati per professionisti e imprenditori.
  7. Perequazione: buone notizie per gli assegni previdenziali fino a tre volte il minimo, che riceveranno un aumento in percentuale dell’1,1 per cento grazie alla reintroduzione della perequazione.
  8. Trasporti pubblici: nel 2018 si potranno detrarre le spese per l’abbonamento ai trasporti pubblici.
  9. Cedolare secca: è stata prorogata per quest’anno e tutto il 2019 l’aliquota agevolata al 10 per cento della cedolare secca.
  10. Calendario fiscale: dal 2018 ci sarà tempo fino al 23 luglio per presentare il modello 730 compilato, a fine ottobre per la dichiarazione dei redditi e dell’Irap.

 

Leggi anche: Legge di bilancio 2018: emendamento a favore dei contribuenti in difficoltà

Disoccupati over 55 anni: come fare domanda per il reddito di inclusione (Rei 2018)

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.