Esonero canone RAI 2022, cosa succede dopo il 31 gennaio

Due sono le date da spartiacque per avere l’esonero canone RAI 2022, ossia il 31 gennaio ed il 30 giugno. Vediamo cosa succede si si saltano le scadenze

di , pubblicato il
Esonero canone RAI 2022, cosa succede dopo il 31 gennaio

Si avvicina la scadenza per chiedere l’esenzione canone Rai 2022 per chi in casa non possiede alcun televisore. E’ fissato a lunedì 31 gennaio 2022, l’ultimo giorno disponibile per inviare all’Agenzia delle Entrate il relativo modello di dichiarazione sostitutiva.

Cosa succede se si salta la scadenza? E’ possibile un invio “tardivo” del modulo e, quindi, avere comunque l’esenzione?

I tempi per chiedere l’esenzione

Dal 2016, il canone RAI è pagato mediante addebito diretto nella bolletta della luce. Da quell’anno, infatti, il legislatore ha abbondonato il bollettino di c/c postale per il pagamento della tassa ed ha introdotto la presunzione secondo cui chi è intestatario di utenza elettrica domestica residenziale si presume anche possessore di TV.

Potrebbe, tuttavia, essere che, nonostante si è intestatari di utenza elettrica, una famiglia non possiede nessun televisore. In questo caso, quindi, non è dovuto il canone. L’esonero non è però automatico ma per averlo bisogna presentare richiesta.

La richiesta è fatta inviando, all’Agenzia delle Entrate, il modulo di dichiarazione sostitutiva di non detenzione. Bisogna però tener conto delle scadenze entro cui effettuare l’invio. Due sono le date che fanno da spartiacque, ossia il 31 gennaio ed il 30 giugno.

In particolare, laddove l’invio avviene entro il 31 gennaio dell’anno, l’esonero ci sarà per l’intero stesso anno; se, invece l’invio avviene nel periodo 1° febbraio – 30 giugno, l’esonero ci sarà solo per il secondo semestre.

Esonero canone RAI 2022, le scadenze

Pertanto, applicando la citata regola, al canone RAI 2022:

  • se la dichiarazione sostitutiva di non detenzione è inviata entro lunedì 31 gennaio 2022, ci sarà esonero canone RAI 2022 per l’intero anno
  • laddove la dichiarazione sostitutiva di non detenzione è inviata dal 1° febbraio 2022 ed entro il 30 giugno 2022, scatterà esonero canone RAI solo per il secondo semestre del 2022.

Chi salta la scadenza del 31 gennaio, dunque, può solo accontentarsi poi dell’esonero semestrale sempreché invii il modello entro il 30 giugno.

Coloro che salteranno anche la data del 30 giugno, non beneficeranno dell’esonero per questo anno.

Modalità di invio e validità

Si tenga presente che la dichiarazione sostitutiva ha validità annuale. Quindi, anche se già presentata nel 2021 bisogna ripresentarla ora per il 2022. In merito alle modalità, la trasmissione del modello può avvenire:

  • via web tramite l’applicazione web disponibile sul sito di Agenzia delle Entrate (ci si può rivolgere anche ad un intermediario)
  • tramite PEC (con firma digitale) all’indirizzo [email protected]
  • oppure in forma cartacea, mediante spedizione a mezzo del servizio postale all’Ufficio Canone TV – c.p.22 Torino – per plico raccomandato senza busta unitamente a copia di un valido documento di riconoscimento.

Potrebbero interessarti anche:

Argomenti: , ,