Esiste una spesa minima o massima per il bonus condizionatori?

Ho un dubbio in merito: esiste una spesa minima e massima per beneficiare del Bonus Condizionatori?”. Scopriamolo.

di , pubblicato il
Ho un dubbio in merito: esiste una spesa minima e massima per beneficiare del Bonus Condizionatori?”. Scopriamolo.

Con il caldo afoso di questi giorni è possibile beneficiare del bonus condizionatori, che prevede una detrazione compresa tra il 50% ed il 65% per l’acquisto di climatizzatori senza limiti ISEE.

Rispondiamo ad un quesito posto da un lettore di Investire Oggi:

“Buongiorno, il Bonus condizionatori prevede un’agevolazioni fiscale per quanto riguarda l’acquisto di condizionatori. Dal sito dell’Agenzia delle Entrate ho compreso che la normativa riguardante il Bonus condizionatori rientra in quella relativa al bonus mobili ed elettrodomestici. Ho un dubbio in merito: esiste una spesa minima e massima per beneficiare del Bonus Condizionatori?”.

Rispondiamo alla domanda del lettore.

Bonus Condizionatori: facciamo chiarezza

Per quanto concerne le agevolazioni fiscali per l’acquisto e l’installazione di condizionatori è possibile beneficiare di due tipologie di bonus che sono:

  • il bonus ristrutturazione;
  • il bonus mobili ed elettrodomestici.

Il bonus condizionatori potrà essere richiesto sia da persone fisiche che da Partite IVA, condomini, società, istituti autonomi di case popolari.

Il beneficiario del Bonus Condizionatori non deve essere il proprietario dell’immobile, ma il bonus potrà essere richiesto anche dai titolari di godimento sugli immobili soggetti ai lavori che hanno sostenuto le spese per l’intervento.

Per ottenere la detrazione fiscale prevista dal bonus compresa tra il 50% ed il 65% per l’acquisto di condizionatori senza alcun bisogno di presentare il Modello ISEE, si dovrà richiedere il rimborso tramite dichiarazione dei redditi con la presentazione del Modello 730, oppure si potrà chiedere lo sconto in fattura direttamente nel momento dell’acquisto.

Per la detrazione IRPEF il rimborso avverrà in dieci quote annuali di uguale importo.

Lo sconto del 50% è previsto in cui l’installazione del condizionatore avviene in un ambito di lavori ordinari all’interno dell’abitazione o del condominio.

Lo sconto del 50% è previsto anche sull’acquisto di un condizionatore per una ristrutturazione straordinaria con almeno classe energetica A+.

Per quanto riguarda lo sconto del 65% si potrà ottenere solo nel caso in cui l’installazione o la sostituzione del nuovo condizionatore migliori l’efficienza energetica dell’immobile oggetto dell’intervento, certificata attraverso l’attestato APE.

Bonus Condizionatori 110%: quali sono i limiti di spesa?

Il bonus condizionatori dà diritto a una detrazione del 110% solo se l’acquisto del condizionatore e i relativi lavori di installazione vengono eseguiti all’interno di quei lavori che si qualificano come “trainanti”.

I limiti di spesa sono:

  • 15000 euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio per gli edifici composti da più di otto unità immobiliari,
  • 20000 euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio per gli edifici composti fino a otto unità immobiliari;
  • 30000 euro per gli interventi sugli edifici unifamiliari (come le villette a schiera).
Argomenti: