Esenzione Imu 2013, ecco chi non paga più l’imposta

Tutti i casi di esenzione dal pagamento Imu 2013 dopo la conversione in legge del decreto n. 102 /2013

di , pubblicato il
Tutti i casi di esenzione dal pagamento Imu 2013 dopo la conversione in legge del decreto n. 102 /2013

Esenzione dal pagamento della prima rata Imu sull’abitazione principale e non solo con la conversione in legge del decreto n. 102 del 2013 da parte del Senato. Ecco chi non è più soggetto al pagamento Imu.

 Decreto Imu: stop alla prima rata 2013

 È legge il decreto Imu, quello che ha cancellato il pagamento della prima rata Imu 2013 per la prima casa e non solo. Vediamo chi sono i soggetti che non devono piu pagare l’Imu e chi invece è ancora soggetto al pagamento.

 Esenzione Imu: 2013: ecco quando non si paga

 Ora quindi a non essere più soggetti al pagamento Imu sono:

  • abitazione principale e relative pertinenze
  • alloggi assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari (Iacp), dalle Aziende territoriali per l’edilizia residenziale (Ater) o da altro ente di edilizia residenziale pubblica avente le stesse finalità degli Iacp
  • immobili delle cooperative edilizie a proprietà indivisa adibiti ad abitazione principale (e relative pertinenze) dei soci
  • terreni agricoli
  • i fabbricati rurali            

 Esenzione Imu prima casa: gli altri casi

 Tra le abitazioni principali che godono dell’esenzione Imu vi rientrano ora anche quelle degli appartenenti alle Forze armate, alle Forze di polizia, al Corpo nazionale dei vigili del fuoco e alla carriera prefettizia, non sono richieste le condizioni di dimora abituale e di residenza anagrafica. Sempre a condizione che il fabbricato non rientra in una  delle categorie catastali A/1, A/8, A/9 e non deve essere dato in locazione. Esenti dall’Imu, in particolare dalla seconda rata Imu 2013 e dalla tassa dal 1 gennaio 2014 sono i i “beni merce”, ossia i fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, fino a che permane tale status e sempre che gli stessi non siano locati.

Esenti Imu anche gli immobili destinati alla ricerca scientifica, dal 1 gennaio 2014.

 Esenzione Imu comodato uso gratuito figli

[fumettoforumright]

 Rientrano nella fattispecie di esenzione dal pagamento Imu 2013 anche gli imobili dati in comodato d’uso gratuito dai genitori ai figli, sempre che l’immobile sia adibito ad abitazione principale. Il tutto èerò è rimesso alla discrezionalità dei comuni che possono decidere di deliebrare o meno tale fattispecie di esenzione.

Esclusioni dall’esenzioneImu

Sono esclusi dall’esenzione Imu anche se prime case i fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1 (abitazioni di tipo signorile), A/8 (abitazioni in villa) e A/9 (castelli e palazzi di eminente pregio artistico o storico).

 

Potrebbe interessarti anche:

 Imu, via la prima rata. Il decreto è legge

Esenzione Imu per l’immobile in comodato gratuito ai figli

 

Argomenti: