Controllo pensione e diritti inespressi, cosa fare? | La Redazione risponde

Controllo pensione e diritti inespressi, come fare e cosa fare? | La Redazione risponde

di , pubblicato il
Pensione anticipata Quota 41 Dis-Coll

Controllo pensione e diritti inespressi: Domanda: pensionato a 288 euro mensili alla richiesta dei diritti inespressi l’Inps, mi ha risposto che non ne sa nulla…se la notizia non è una bufala qualcuno sa dirmi come procedere o devo rivolgermi ad un avvocato?

Controllo pensione e diritti inespressi, vediamo di capire cosa fare e come far valere i propri diritti.


E’ sempre importante far controllare la propria pensione alla ricerca dei cosiddetti “diritti inespressi”. Sono tanti i pensionati che non sanno di aver diritto ad un assegno pensionistico maggiore, ad esempio: maggiorazioni, integrazioni al minimo, prestazioni assistenziali. Queste sono somme dovute ma che l’Inps non versa a causa di errori, domande mai fatte, calcoli errati.

Controllo pensione e diritti inespressi, quali sono?

Il più delle volte si tratta di somme a cui bisogna far domanda e il contribuente non lo sa, oppure diritti e prestazioni che sorgono al momento del pensionamento. E’ possibile controllare il calcolo della propria pensione, è un servizio che offrono i patronati in modo gratuito.

Invalidità permanente e assegno sociale, si possono avere entrambi? | La Redazione risponde

Conclusioni

Sempre più pensionati non sanno i loro diritti. Consigliamo di recarsi da un patronato di fiducia e far fare il controllo pensione per verificare se ci sono diritti inespressi da percepire. Il controllo della pensione viene effettuato gratuitamente.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , , ,

I commenti sono chiusi.