Congedo straordinario Covid, via libera dal Inps

Aggiornata la procedura Inps per la presentazione delle domande di congedo straordinario covid. Requisiti, tempi e importi.

di , pubblicato il
Aggiornata la procedura Inps per la presentazione delle domande di congedo straordinario covid. Requisiti, tempi e importi.

Via libera alla presentazione delle domande per congedo straordinario covid da parte dell’Inps. L’istituto di previdenza, informa il messaggio numero 1752 del 29 aprile 2021, ha aggiornato le procedure per richiedere l’indennità spettante ai genitori lavoratori dipendenti.

Il congedo straordinario covid, come noto, è un congedo parentale e interessa i genitori lavoratori dipendenti i cui figli studenti sono rimasti a casa da scuola per didattica a distanza (dad). Riguarda anche i genitori di figli affetti da disabilità grave per scuole di ogni ordine o grado o per chiusura centri assistenziali.

Congedo straordinario, requisiti

Il congedo straordinario  covid prevede l’indennizzo delle giornate lavorative nella misura del 50%. E’ riconosciuto ai genitori che hanno figli di età inferiore a 14 anni conviventi rimasti a casa da scuola. O per figli affetti da disabilità grave indipendentemente dall’età.

Il congedo straordinario può essere usufruito alternativamente dai genitori per un periodo massimo di 30 giorni lavorativi, anche non continuativi o in via frazionata. L’Inps riconoscerà la piena copertura previdenziale figurativa ai fini pensionistici fino al 30 giugno 2021.

Il congedo straordinario può essere fruito a condizione che nel nucleo familiare non vi sia un altro genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito. Ma anche quando uno dei due genitori, più in generale, può restare a casa ad accudire i figli (ferie, permessi, congedo, aspettativa, smart working, part time, ecc.).

Periodi di copertura

Il congedo straordinario può essere utilizzato per i periodi coincidenti con quelli di infezione da covid. Ma anche per periodi di quarantena, di sospensione dell’attività didattica in presenza o di chiusura dei centri diurni assistenziali del figlio. Importante è che il periodo temporale sia compreso tra il 13 marzo 2021 ed il 30 giugno 2021.

I periodi precedenti tale fascia temporale, dal 1 gennaio al 12 marzo 2021, possono essere fruiti trasformandoli nel nuovo congedo al momento della presentazione della domanda all’Inps.

La domanda

La domanda di congedo straordinario può essere inoltrata direttamente dal genitore lavoratore dipendente tramite il portale istituzionale Inps.

A illustrare la modalità di richiesta è l’Inps con la circolare numero 515 del 5 febbraio 2021. La domanda deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica attraverso uno dei seguenti canali:

  • tramite il portale web dell’Istituto, se si è in possesso del codice PIN rilasciato dall’Istituto (oppure di SPID, CIE, CNS), utilizzando gli appositi servizi raggiungibili direttamente dalla home page del sito www.inps.it;
  • via Contact center integrato, chiamando il numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06 164.164 (da rete mobile a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori);
  • con assistenza dei Patronati, utilizzando i servizi offerti gratuitamente dagli stessi.
Argomenti: ,