Come sapere se con la tredicesima ti spetta anche la quattordicesima

A dicembre è stata pagata anche la quattordicesima sulle pensioni ma non per tutti. Ecco chi l’ha presa e quanto spetta.

di , pubblicato il
quattordicesima pensioni

È arrivata la tredicesima sulle pensioni. Col 1 dicembre sono state accreditate per tutti i pensionati le gratificazioni natalizie insieme all’ultima rata di pensione prevista per il 2021.

Qualcuno però ha incassato anche la quattordicesima. Mensilità aggiuntiva che spetta normalmente a luglio di ogni anno, ma che l’ente di previdenza paga in alcuni casi a dicembre. Vediamo a chi.

Quattordicesima sulle pensioni, chi l’ha presa a dicembre

Come noto, la quattordicesima è corrisposta ai pensionati che hanno compiuto 64 anni di età durante l’anno. Di regola è pagata a luglio, ma se il pensionato compie gli anni nei mesi successivi, il rateo della mensilità aggiuntiva è corrisposto a dicembre.

La quattordicesima non spetta però a tutti, anche se si sono compiuti 64 anni di età nel corso del 2021. Per ottenerla è necessario rispettare determinati requisiti di reddito per i quali l’ente pensionistico effettua i dovuti controlli.

L’Inps, ad esempio, paga la quattordicesima in via provvisoria a dicembre sulla scorta delle dichiarazioni reddituali presentate dal pensionato. Poi, però, effettuerà i controlli sulla base delle risultanze trasmesse periodicamente dall’Anagrafe Tributaria.

Quanto si prende e il metodi di calcolo

Il diritto alla quattordicesima, dunque, è subordinato ai redditi. Il pensionato, per averne diritto, deve avere un reddito complessivo fino a un massimo di 2 volte il trattamento minimo annuo del Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti di 515,58 euro al mese (per chi è andato in pensione entro il 2017, è di 1,5 volte). Più nel dettaglio, il calcolo della quattordicesima si fa in base a due fattori: il numero degli anni di anzianità contributiva e il livello dei redditi annui percepiti.

Per quanto il primo fattore, l’anzianità contributiva, si tiene conto di chi ha fino a 15 anni (autonomi fino a 18 anni) di contributi versati.

Di chi ha da 15 a 25 anni (autonomi fino a 28 anni) di contributi e di chi oltre i 25 anni (autonomi oltre 28 anni).

Quindi, a seconda della fascia di anzianità contributiva di appartenenza, è corrisposta una quattordicesima rispettivamente di 437 euro, di 546 euro o di 655 euro. Non bisogna però superare i 10.053,71 euro di reddito annuo lordo.

Se si va oltre, ma non si superano i 13.405,08 euro, il pagamento della quattordicesima avviene, a seconda della fascia di anzianità contributiva di appartenenza, nella misura rispettivamente pari a 336 euro, 420 euro o 504 euro.

Argomenti: ,