Chi prende il reddito di cittadinanza può rifiutare un’offerta di lavoro congrua? Il caso Campania

In Campania, i posti di lavoro ricercati negli ultimi 18 mesi hanno creato zero assunzioni tra i percettori del sussidio.

di , pubblicato il
Reddito di cittadinanza: è obbligatoria la dichiarazione dei redditi?

Soltanto ieri vi abbiamo parlato del paradosso dell’alto numero delle offerte di lavoro attualmente presenti che vengono rifiutati anche dai percettori del reddito di cittadinanza.

Il tasso di posti vacanti, relativo alle imprese con dipendenti, si attesta all’1,9 per cento per il complesso delle attività economiche. Si tratta di un dato fra i più alti mai registrati.

Emblematico è poi il caso della Campania, descritto da “ilmattino.it”, secondo il quale, ci sarebbero circa 10 mila richieste di assunzioni che vengono sistematicamente rifiutate dai percettori del sussidio. In particolare, i posti di lavoro ricercati in Campania negli ultimi 18 mesi hanno creato zero assunzioni tra chi lo percepisce. Il problema è che, secondo la normativa, non è possibile rifiutare più di 2 proposte di lavoro. Ma come è possibile, dunque, che si possa arrivare ad una situazione del genere? In realtà, esiste un piccolo escamotage per aggirare questo vincolo. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Reddito di cittadinanza, quando è possibile rifiutare un’offerta di lavoro non congrua?

Nella piattaforma MyAnpal, scrive il quotidiano, ci sono 9945 posti di lavoro offerti in Campania, ma i percettori del reddito di cittadinanza li rifiutano.

In particolare, i posti di lavoro ricercati negli ultimi 18 mesi hanno creato zero assunzioni tra i percettori del sussidio. Ma come è possibile riuscire a rifiutare così tanti posti di lavoro.

Secondo quanto scrive il Mattino, i candidati che percepiscono il Reddito di cittadinanza che vengono convocati dai centri per l’impiego, spesso, “sostengono di avere problemi di salute; talvolta documentandolo. Oppure asseriscono che la mansione non è congeniale alle loro caratteristiche”. A questo punto ci si chiede, è possibile rifiutare un’offerta di lavoro all’infinito? Ovviamente, no.

Il limite del 2021 di tre offerte congrue rifiutabili è stato portato a due con la Manovra 2022.

Come è possibile allora questa situazione? A volte i candidati accettano di sostenere il colloquio, ma quasi sempre la proposta di lavoro non viene formalizzata. Il colloquio si interrompe e non sarà possibile registrare il rifiuto. Insomma, un escamotage che permette di aggirare il vincolo delle due offerte di lavoro rifiutabili senza alcuna conseguenza. Un problema che, sicuramente, dovrà essere affrontato nei prossimi giorni.

Argomenti: ,