Ottenere un pc gratis grazie al Fisco. Ecco come fare (bando ADE)

L'Agenzia delle entrate sta dismettendo migliaia di PC ancora funzionanti, la richiesta per ottenerli segue una procedura particolare

di , pubblicato il
Canone Rai per vecchi PC o TV: chiarimenti su pagamento ed esenzione. Quando spetta

L’Agenzia delle Entrate ha dato il via libera al bonus PC. In realtà si tratta di una procedura in base alla quale alcuni soggetti ben identificati possono presentare domanda per ricevere i PC che l’Agenzia delle Entrate sta dismettendo, anche se ancora in funzione.

La richiesta di partecipazione al bando di gara dell’Agenzia, dovrà essere inviata tramite Posta elettronica certificata alla casella [email protected]

Il bonus PC dell’Agenzia delle entrate

Come si legge nel bando, l’Agenzia delle Entrate intende cedere apparecchiature informatiche di diverse tipologie (PC, PC portatili, Server), non più utilizzabili per le attività dell’Agenzia. Potranno partecipare alla selezione, gli istituti scolastici statali e paritari, le pubbliche amministrazioni, gli enti e organismi non-profit (anche privati).

Tuttavia, la graduatoria finale sarà elaborata utilizzando i seguenti criteri di priorità decrescente:

  1. istituti scolastici statali e istituti scolastici paritari degli enti locali (determinati ai
    sensi dell’art.
    1, comma 1-2, L. 62/2000);
  2. tutte le altre amministrazioni pubbliche (determinate ai sensi dell’art.1, D.Lgs.
    165/2001);
  3.  altri enti pubblici e privati appartenenti a una delle seguenti categorie (non in ordine di priorità) :associazioni ed enti senza fini di lucro iscritti nell’apposito registro associazioni; fondazioni e altre istituzioni di carattere pubblico o privato con personalità giuridica, senza fini di lucro. Associazioni non riconosciute, di cui all’art. 36 C.C., che siano dotate di proprio strumento statutario dal quale sia possibile in modo inequivocabile desumere l’assenza di finalità lucrative. Organismi di volontariato di protezione civile iscritti negli appositi registri, operanti in Italia o all’estero per scopi umanitari. Istituti scolastici paritari privati (determinati ai sensi dell’art. 1, comma 2, L.
    62/2000). Altri enti e organismi, non compresi nei punti precedenti, la cui attività assuma le caratteristiche di pubblica utilità.

A parità di soddisfazione dei criteri suddetti, la graduatoria sarà ordinata mediante sorteggio basato sull’estrazione del Lotto del giorno 4/2/2023.

Presentazione della domanda di partecipazione

Nel bando è specificato che le domande dovranno pervenire entro le ore 12,00 del giorno 3 febbraio 2023, tramite l’apposita procedura online “Phoenice” accessibile all’indirizzo https://www.fiscooggi.it/phoenice.

La richiesta dovrà essere predisposta utilizzando l’applicazione on-line “Phoenice” accessibile all’indirizzo https://www.fiscooggi.it/phoenice. Il codice identificativo della gara è “AE2023”. In sede di richiesta, l’ente richiedente dovrà specificare anche la o le province presso cui sarà disposto a recarsi per il ritiro delle apparecchiature. Al termine dell’inserimento dei dati l’applicazione genererà il file phoenice.xml che, una volta scaricato, dovrà essere inviato a mezzo posta elettronica certificata.

L’e-mail certificata di richiesta dovrà avere come oggetto “AE2023” e contenere in allegato il file “phoenice.xml” generato dal citato applicativo. Nel caso in cui differenti richieste vengano inviate dalla medesima casella di PEC, ognuno dei file “phoenice.xml” dovrà essere allegato a un diverso messaggio.

La graduatoria sarà pubblicata sul sito Internet dell’Agenzia delle Entrate (https://www.agenziaentrate.gov.it/) e al link https://www.fiscooggi.it/phoenice/ae/.

 

Argomenti: ,