Bonus Facciate: guida aggiornata, novità sulla detrazione al 60%

L’Agenzia delle entrate ha appena pubblicato sul proprio sito la guida al bonus facciate aggiornata a settembre 2022.

di , pubblicato il
Bonus facciate guida

L’agenzia delle entrate ha appena pubblicato sul proprio sito internet la guida aggiornata a settembre 2022 del cosiddetto bonus facciate. Stiamo parlando dell’ormai famosa detrazione pari al 60 per cento del costo degli interventi di recupero e restauro delle facciate di edifici esistenti.

In base a quanto previsto dall’ultima legge di bilancio, è possibile fruire del contributo in argomento solamente entro la fine di quest’anno. Mancano dunque circa 3 mesi per poter restaurare la facciata della propria abitazione usufruendo di questo incentivo.

La guida dell’agenzia delle entrate “intende fornire le indicazioni utili per richiedere correttamente il bonus facciate, illustrando modalità e adempimenti”. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Quanto vale in contributo?

Il bonus facciate, sostanzialmente, consiste in una detrazione d’imposta, introdotta dalla legge di bilancio 2020, per gli interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in determinate zone, compresi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna.

Il bonus inizialmente era pari al 90 per cento dei costi sostenuti nel 2020 e 2021. Tuttavia, la legge di Bilancio 2022 ha prorogato l’agevolazione anche per quest’anno, ma con una percentuale di detrazione ridotta, pari al 60 per cento.

Il bonus può essere usufruito da inquilini e proprietari, residenti e non residenti nel territorio dello Stato, persone fisiche e imprese.

Sono ammessi al beneficio esclusivamente gli interventi sulle strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi. Gli edifici interessati devono trovarsi nelle zone A e B individuate dall’articolo 2 del decreto n. 1444/1968 del Ministro dei lavori pubblici.

La detrazione va ripartita in 10 quote annuali costanti e di pari importo nell’anno di sostenimento delle spese e in quelli successivi.

In alternativa alla fruizione diretta della detrazione, è possibile optare per un contributo, sotto forma di sconto in fattura o per la cessione del credito d’imposta corrispondente alla detrazione spettante.

Pubblicata la nuova guida al bonus facciate

Come già detto in apertura, l’Agenzia delle entrate ha appena pubblicato la guida al bonus facciate aggiornata a settembre 2022.

Si tratta di un documento con il quale l’Istituto “intende fornire le indicazioni utili per richiedere correttamente il bonus facciate, illustrando modalità e adempimenti”.

Per le altre agevolazioni sulla casa, si legge sulla guida stessa, l’Ade rinvia alle apposite guide pubblicate sul sito internet dell’Agenzia delle entrate, nella sezione l’Agenzia informa.

Ricordiamo, infine, che la proroga dell’agevolazione fiscale, prevista dall’ultima legge di bilancio (legge n. 234/2021), termina il 31 dicembre 2022. Rimane davvero pochissimo tempo, dunque, per poter usufruire del bonus facciate al 60%.

Argomenti: ,