Bonus facciate escluso per la tinteggiatura di scuri e persiane

Poiché la tinteggiatura degli infissi non permette di godere del bonus facciate, ne consegue che la stessa conclusione vale anche per la verniciatura di scuri e persiane

di , pubblicato il
Poiché la tinteggiatura degli infissi non permette di godere del bonus facciate, ne consegue che la stessa conclusione vale anche per la verniciatura di scuri e persiane

Le spese per la tinteggiatura delle persiane e degli scuri delle finestre possono dar luogo al c.d. bonus facciate?

A questa domanda ha dato riscontro l’Agenzia delle Entrate con la Risposta n. 346/E del 2020, in cui è colta occasione per ricordare l’ambito oggettivo del beneficio fiscale.

Bonus facciate: l’immobile deve essere situato in zona A o B del comune

Il bonus facciate si sostanzia in una detrazione fiscale pari al 90% (da godere in 10 anni con possibilità di opzione per lo sconto in fattura o cessione del credito) delle spese documentate sostenute nell’anno 2020 per interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in zona A o B del comune in cui si trova l’immobile stesso oggetto dei lavori, come individuate ai sensi del decreto ministeriale 2 aprile 1968, n. 144.

Nel dettaglio, ai sensi di quest’ultimo, fanno parte della zona:

A) le parti del territorio interessate da agglomerati urbani che rivestano carattere storico, artistico e di particolare pregio ambientale o da porzioni di essi, comprese le aree circostanti, che possono considerarsi parte integrante, per tali caratteristiche, degli agglomerati stessi;

B) le parti del territorio totalmente o parzialmente edificate, diverse dalle zone A), con la specifica che si considerano parzialmente edificate le zone in cui la superficie coperta degli edifici esistenti non sia inferiore al 12,5% (un ottavo) della superficie fondiaria della zona e nelle quali la densità territoriale sia superiore ad 1,5 m3/m2.

Quali spese rientrano nel bonus facciate?

Il bonus facciate spetta sugli interventi finalizzati al “recupero o restauro della facciata esterna” e realizzati esclusivamente sulle “strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi”.

Nella Circolare n. 2/E del 2020 è stato chiarito che

“sono escluse dal bonus le spese sostenute per interventi sulle “strutture opache orizzontali o inclinate” dell’involucro edilizio quali, ad esempio, coperture (lastrici solari, tetti) e pavimenti verso locali non riscaldati o verso l’esterno nonché per la sostituzione di vetrate, infissi, grate, portoni e cancelli (non rientranti nella nozione di strutture “opache”)”.

Ora, poiché gli scuri e le persiane rappresentano strutture accessorie e di completamento degli infissi, ne consegue che, per l’Agenzia delle Entrate, la loro tinteggiatura non permettere di godere del bonus facciate così come non lo permette la tinteggiatura degli infissi.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,