Bonus 500 euro rubati, controlli sull’app18

La Polizia postale invita la massima attenzione nell’accesso con SPID all’app18 per il bonus 500 euro

di , pubblicato il
Bonus 500 euro rubati, controlli sull'app18

Denunciati alla Polizia postale accessi abusivi all’app18 con tentativo di sottrazione del bonus 500 euro riservato a chi compie 18 anni nel 2021.

Cos’è il bonus 500 euro

Ricordiamo che c’è tempo fino al 31 agosto 2021 per registrarsi sull’app e richiedere il bonus 500 euro per chi nel 2021 compie 18 anni.

Il beneficio è spendibile entro il 28 febbraio 2022 (on line o anche direttamente in negozio) per i seguenti ambiti:

  • biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche e spettacoli dal vivo (musica, danza, teatro, circhi e spettacoli viaggianti)
  • libri (inclusi audiolibri e libri elettronici, esclusi supporti hardware di qualsiasi natura atti alla relativa riproduzione)
  • titoli di accesso a musei, mostre ed eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche, parchi naturali
  • musica registrata (cd, dvd musicali, dischi in vinile e musica online, esclusi supporti hardware di qualsiasi natura atti alla relativa riproduzione)
  • corsi di musica, di teatro e di lingua straniera
  • prodotti dell’editoria audiovisiva (singole opere audiovisive, distribuite su supporto fisico o in formato digitale, con esclusione di supporti hardware di qualsiasi natura atti alla riproduzione. Sono escluse le opere a carattere videoludico, pornografico o che incitano alla violenza, all’odio razziale o alla discriminazione di genere. Non sono acquistabili abbonamenti per l’accesso a canali o piattaforme che offrono contenuti audiovisivi).

Accessi abusivi sull’app18: denunciati gli autori

Sono circa 18 le denunce pervenute alla sezione Polposte di Siena ed aventi ad oggetto tentativi di accesso abusivo informatico sull’app18 del Ministero dei Beni culturali.

La stessa Polizia postale raccomanda a tutti i giovani di prestare la massima attenzione nell’accesso con SPID all’app stessa e nella fase di caricamento dei propri dati. Si invita, quindi, a denunciare qualsiasi tentativo di abuso riscontrato nel bonus 500 euro.

Sono, in ogni caso, in corso tutti gli accertamenti del caso per risalire agli autori dell’illecito denunciato, nella speranza che non continuino a verificarsi altri tentennativi di abuso informatico.

Potrebbe anche interessarti:

Argomenti: ,