Bonus 1200 a chi ha assistito un disabile convivente: requisiti e compatibilità

Chi ha un familiare disabile convivente potrebbe ricevere un bonus di 1200 euro totali per l'assistenza prestata ad aprile e maggio in qualità di caregiver: scopriamo l'emendamento

di , pubblicato il
caregiver

Tra gli emendamenti al decreto Rilancio emerge quello che punta ad estendere il bonus 600 euro per aprile e maggio (in totale un bonus da 1200 euro in un’unica soluzione) ai cd caregiver, ovvero a chi, durante l’emergenza coronavirus, ha assistito un parente disabile convivente.

Disabile in casa e Covid: si studia bonus da 1200 euro per aprile e maggio

Per chi ha assistito un disabile grave in casa, la gestione dell’emergenza sanitaria è stata ancora più complessa. Da questo assunto prende le mosse l’emendamento che propone di includere tra i beneficiari del bonus 600 euro di aprile e maggio anche i caregiver così come definiti e individuati all’articolo 1, comma 25 della legge 205/2017.

Il pacchetto di emendamenti ne conta una quarantina, molti dei quali rivolti proprio a sostegno delle famiglie. Questa, in particolare, tiene conto delle difficoltà di chi (indipendentemente dal reddito visto che non ci sono requisiti ISEE) ha un parente disabile o non autosufficiente di cui prendersi cura (non autosufficienza non giustificata da un naturale processo di invecchiamento o da patologie connesse all’avanzare degli anni).

Il bonus (600 euro al mese erogati in un’unica soluzione da 1220 euro) è compatibile con il REM (Reddito di Emergenza) e con il RdC (Reddito di Cittadinanza). Il pagamento viene fatto a favore di un unico familiare (anche quando l’onere dell’assistenza è suddivisa tra più persone). Come abbiamo visto sopra non ci sono requisiti ISEE però è richiesta come condizione la convivenza giù in atto alla data del 23 febbraio scorso. I legami di parentela e affinità ammessi sono gli stessi che si ritrovano per la classificazione dei caregiver (fino al terzo grado solo nei casi espressamente previsti al comma tre dell’ articolo 33 della Legge 104/92).

Visti i requisiti abbastanza elastici, la platea dei beneficiari sarà piuttosto ampia. Difatti il costo stimato per la copertura economica è di circa 75 milioni di euro.

L’emendamento in esame è stato presentato ieri quindi seguiremo gli sviluppi per rendere noto ai nostri lettori se sarà approvato e, in caso positivo, da quando sarà possibile fare domanda per il bonus caregiver da 1200 euro totali e quali modalità sono previste per il pagamento (ovvero se sarà disposto accredito diretto sul conto corrente).

 

Argomenti: , ,