Bollo auto con legge 104, esenzione con ridotta capacità di deambulazione?

Bollo auto e legge 104 art. 3 comma 3, il verbale riporta "ridotta capacità di deambulazione", è possibile ottenere l'esenzione?

di Angelina Tortora, pubblicato il
Bollo auto e legge 104

Bollo auto e legge 104: Gent. Sign.ra Tortora, il mio quesito riguarda l’esenzione dal pagamento del bollo auto per portatori di handicap con L.104/92 riferito all’ art. 3 comma 3, per “ridotta capacità di deambulazione”. In questo caso, appunto, esistono gli estremi per l’esenzione? Ringraziandola le porgo i più Cordiali Saluti.

Risposta

Nell’esenzione del bollo auto, un aspetto fondamentale è il carattere “motorio” che deve avere l’handicap. Per cui vi potrà essere diritto alle agevolazioni anche senza che sia accertata la necessità dell’intervento assistenziale “permanente”, previsto, invece, per situazioni di particolare gravità.

La natura motoria della disabilità deve essere esplicitamente annotata sul certificato di invalidità rilasciato dalla Commissione medica presso la ASL o anche da parte di altre Commissioni mediche pubbliche incaricate ai fini del riconoscimento dell’invalidità.

La dicitura “ridotta capacità di deambulazione”, non stabilisce un caso di gravità grave, quindi anche avendo un verbale con legge 104 art. 3 comma 3, questo non da diritto all’esenzione. Per averne diritto il verbale deve riportare la seguente dicitura:

l’interessato possiede i requisiti tra quelli dell’art. 4 DL 9 febbraio 2012 n. 5″.

Troverà tutte le indicazioni in quest’articolo: Bollo auto 2018 e legge 104, tutti i casi possibili per richiedere l’esenzione

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Quesiti bollo auto, News Fisco, Bollo auto