Aliquote Irpef 2013, ecco quali sono

Le aliquote Irpef per il 2013 rimangono invariate rispetto allo scorso anno, nonostante i paventati e non realizzati tagli previsti inizialmente con la legge di stabilità 2013

di , pubblicato il
Le aliquote Irpef per il 2013 rimangono invariate rispetto allo scorso anno, nonostante i paventati e non realizzati tagli previsti inizialmente con la legge di stabilità 2013

Le aliquote Irpef 2013. Quali sono le aliquote Irpef per l’anno in corso e a quali scaglioni di reddito si applicano.

 L’Irpef, l’imposta sul reddito delle persone fisiche, è una tassa progressiva, nel senso che cresce in base al reddito di riferimento. A esser soggetti ad Irpef sono i redditi derivanti da attività di lavoro dipendente, di lavoro autonomo e d’impresa, pensioni, assegni di mantenimento e altri assegni assimilabili, immobili e redditi di capitale e redditi diversi di natura finanziaria.

 Scaglioni Irpef 2013

Nonostante le prime modifiche alla legge di stabilità 2013 avevano parlato di variazioni, anzi tagli alle aliquote Irpef 2013,ora invece la situazione è rimasta immutata rispetto allo scorso anno. Quindi valgono anche per quest’anno le aliquote Irpef 2012 e gli stessi scaglioni Irpef. Vediamoli nel dettaglio.

Primo scaglione –  reddito tra 0 e 15.000 euro: aliquota Irpef al 23%

Secondo scaglione –  reddito tra da 15.001 euro a 28.000 euro: aliquota Irpef al 27%

Terzo scaglione – reddito tra 28.001 euro e 55.000 euro: aliquota Irpef al 38%

Quarto scaglione – reddito tra 55.001 euro a 75.000 euro: aliquota Irpef al 41%

Quinto scaglione – reddito sopra i 75.000 euro: aliquota Irpef al 43%.

Le aliquote Irpef del 27, 38, 41 e 43% si applicano sempre sulla parte di reddito eccedente rispettivamente i 15.001, 28.001, 55.001 e i 75mila euro.

 I contribuenti interessati

A voler fare un rapido calcolo ed essere più esaustivi, le aliquote Irpef 2013 sopra individuate si applicano:

per la prima fascia a chi percepisce  un reddito non superiore a 1.250 euro mensili,

– per la seconda fascia per chi percepisce un reddito mensile non superiore a 2.335 euro,

– per la terza invece contribuenti con un reddito mensile massimo di  4.583 euro,

– per la quarta soggetti che presentano un reddito mensile non superiore a 6.250 euro,

-per la quinta e ultima, contribuenti che percepiscono più di 6.250 euro mensili

Argomenti: ,