OPA di Iren e Smat su Acque Potabili: caratteristiche e informazioni

Dal corrispettivo pagato al periodo di adesione: tutto quello che un investitore deve sapere sull'OPA di Iren Acqua Gas e Smat su Acque Potabili

di Enzo Lecci, pubblicato il

Opa Acque PotabiliLa Società Metropolitana Acque Torino (Smat) e Iren Acqua Gas hanno deciso di promuovere attraverso la controllata Sviluppo Idrico un’offerta pubblica di acquisto totalitaria (Opa) sulle azioni di Acque Potabili. Dall’Opa sono escluse tutte quelle azioni che sono già possedute dalle due società ossia le 11.108.795 azioni in mano a Iren e le 11.108.795 azioni possedute da Smat. Come già abbiamo avuto modo di evidenziare, l’avvio dell’Opa è stato comunicato alla comunità finanziaria lo scorso 11 marzo contestualmente all’annuncio del delisting della stessa Acque Potabili una volta portata a compimento l’operazione (Acque Potabili verso il delisting. Iren lancia un’OPA).

Per agevolare la lettura e l’eventuale decisione degli investitori in merito alla partecipazione all’Offerta Pubblica di Acquisto Totalitaria, abbiamo diviso il nostro articolo in una serie di paragrafi che mettono in risalto tutte le caratteristiche dell’OPA e più in generale tutte quelle informazioni che sono di interesse per l’investitore.

 

I soggetti interessati: Iren Acqua Gas, Smat, Sviluppo Idrico e Acque Potabili

Prima di scendere nel dettaglio delle caratteristiche dell’Offerta, andiamo a fornire la carta di identità delle tre società coinvolte. Iren Acqua Gas è una società che fa capo ad Iren e vanta un capitale sociale interamente versato pari a 386.963.511 euro suddiviso in 386.963.511 azioni  tutte in mano alla controllante. Il capitale sociale di Smat, invece, ammonta a 34.553.3761,65 euro suddiviso in 5.352.963 azioni ciascuna del valore nominale di 64,55 euro. L’azionista di maggioranza di Smat è il Comune di Torino. Le due società posseggono interamente e con quote uguali, Sviluppo Idrico è una srl con un capitale sociale di 50.000 euro. Per finire, Acque Potabili è una spa quotata a Piazza Affari con un capitale sociale pari a 3.702.394,50 euro di cui 3.600.294,50 sottoscritto e versato. Il capitale versato di Acque Potabili è diviso in 36.002.945 azioni del valore nominale di 0,1 euro. Gli azionisti principali di Acque Potabili sono Iren Acqua Gas con il 30,855% del capitale sociale di Acque Potabili e Smac con il 30,857%. A questi due soci di maggioranza si affianca poi la Equiter Spa di Intesa Sanpaolo che ha in mano l’8,95% (gli altri azionisti chertiamo hanno quote inferiori al 2%).

 

Caratteristiche OPA Iren e Smat su Acque Potabili

L’OPA ha per oggetto il 38,29% del capitale di Acque Potabili ossia 13.785.355 azioni. La restante quota del capitale di Acque Potabili, come già specificato, è già in mano a Iren Acqua Gas e a Smat. Equiter da parte sua si è già impegnata a portare in adesione all’offerta le 3.222.815 azioni Acque Potabili in suo possesso purché il prezzo dell’offerta stessa non sia inferiore a 1,05 euro.

 

Corrispettivo pagato per adesione all’OPA su Acque Potabili

Cosa guadagneranno quegli azionisti di Acque Potabili che aderiranno all’Opa lanciata da Iren Acqua Gas e Smat? Le due società, tramite la loro controllata Sviluppo Idrico, riconosceranno un corrispettivo pari a 1,05 euro per ciascuna azioni portata in adesione. La somma di 1,05 euro va intesa al netto di tutti gli oneri previsti dalla legge e sarà pagata in contanti da Sviluppo Idrico. La data di pagamento del corrispettivo (con contestuale  trasferimento della proprietà delle azioni Acque Potabili) è stata fissata nel quinto giorno di borsa aperta successivo al termine del periodo di adesione ossia a partire dal prossimo 6 giugno.

L’esborso massimo previsto dall’offerente, considerato il numero massimo di azioni oggetto dell’Offerta, sarà pari a 14.474.622,75 euro. Tale corrispettivo massimo incorpora un premio del 15,5% rispetto alla media ponderata dei prezzi ufficiali delle azioni Acque Potabili registrato negli ultimi sei mesi pari a 0,9088 euro nonchè i seguenti premi rispetto alla media ponderata dei prezzi ufficiali dei periodi di riferimento sintetizzati nella seguente tabella:

Prezzo Medio Ponderato  Premio/Sconto
10 marzo 2014       1,0959          -4,2%
1 mese       1.0095             4%
3 mesi       0,9578          9,6%
6 mesi       0,9088          15,5%
12 mesi       0,8907%          17,9%

 

Periodo di adesione all’Opa Acque Potabili

A seguito dell’approvazione da parte di Consob del documento di offerta relativo all’offerta pubblica di acquisto volontaria totalitaria su azioni ordinarie di Acque Potabili (comunicato del 9 aprile 2014) si è stabilito che il periodo di adesione all’Opa abbia inizio il 30 aprile e termine il prossimo 30 maggio con pagamento del corrispettivo per gli aderenti a partire dal 6 giugno successivo. Sviluppo Idrico comunque si riserva di prorogare fino a 5 giorni di borsa aperta oltre la scadenza suddetta, il periodo valido per l’adesione all’Opa.

 

Motivazione dell’offerta

L’OPA di cui sopra è finalizzata al delisting di Acque Potabili dal MAT. Da un punto di vista industriale, invece, l’offerta è finalizzata all’integrazione delle attività di Acque Potabili, SMAT e IAG (Iren), per superare l’attuale frammentazione nella gestione a livello locale delle concessioni.

Tale integrazione, si legge nel documento inviato alla Consob, si renderebbe necessaria, alla luce delle mutazioni normative, della sentenza della Corte di Cassazione e delle ultime decisioni dell’Authority per l’energia elettrica, il gas e il servizio idrico.

Le deliberazioni di quest’ultima, in particolare, vanno nella direzione di auspicare il conseguimento di economie di scala nella gestione dei servizi locali e di ridurre la frammentazione sul territorio nazionale, che insieme alla carenza infrastrutturale rappresenta una delle più forti criticità del sistema idrico.

A questi aspetti si aggiunge anche la prevedibile semplificazione della struttura societaria, in seguito alla possibile fusione dell’Offerente nell’Emittente.

 

Andamento dell’OPA

Alla data del 21 maggio, Borsa Italiana comunica che l’OPA lanciata da Sviluppo Idrico su Acque Potabili ha riscosso adesioni per 3.993.955 azioni, pari al 28,972% dell’intero ammontare dei titoli oggetto dell’offerta. Nella tabella seguente sono indicate giorno per giorno, le azioni Acque Potabili che sono state consegnate ai promotori dell’OPA.

    Data             Azioni consegnate   
 21 maggio           30342
 20 maggio           18790
 19 maggio           53444
 16 maggio           16772
 14 maggio           50805
 13 maggio           3200
 12 maggio           8250
 9 maggio           50705
 8 maggio           50130
 7 maggio           33688
 6 maggio           67950
 5 maggio           16290
 2 maggio           8660
 30 aprile           145140
 28 aprile           16420
 24 aprile           1150
 23 aprile           20060
 22 aprile           3251565
 17 aprile           12300

 

 

Argomenti: Borsa Milano, col_Rullo, Iren