Intesa Sanpaolo: incorporata Banca Apulia

Intesa Sanpaolo comunica che il 14 maggio è stato siglato l’atto di fusione per incorporazione di Banca Apulia (mediante aumento di capitale sociale della società incorporante per 128.646,96 €, emettendo 247.398 azioni ordinarie senza valore nominale.)

di , pubblicato il

L’istituto comunica che, in ottemperanza delle relative delibere consiliari ed assembleari, il 14 maggio è stato siglato l’atto di fusione per incorporazione di Banca Apulia  in Intesa Sanpaolo. Il tutto è avvenuto tramite un aumento di capitale sociale della società incorporante per un ammontare di 128.646,96 €, emettendo 247.398 azioni ordinarie senza valore nominale.

L’atto di fusione è stato iscritto negli Uffici del Registro delle Imprese e l’operazione esplicherà i suoi effetti giuridici a partire dal prossimo 27 maggio. Da tale data prenderà avvio il concambio,  che prevede l’attribuzione di 0,335 azioni ordinarie Intesa Sanpaolo per ogni azione ordinaria e per ogni azione privilegiata di Banca Apulia detenuta da soggetti diversi dalla società incorporante.

Agli azionisti di Banca Apulia che verranno a detenere quantitativi non interi di azioni ordinarie Intesa Sanpaolo, viene data la possibilità di negoziare le frazioni di azioni ordinarie Intesa Sanpaolo per arrivare a detenere un quantitativo unitario.

Argomenti:

I commenti sono chiusi.