Enel: aperta linea di credito da 1 mld legata a target di sostenibilità

di , pubblicato il
Enel ha aperto con UniCredit la sua prima linea di credito revolving legata al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) delle Nazioni Unite. Si tratta di un contratto da 1 mld di € con durata di 5 anni.

Enel ha aperto con UniCredit la sua prima linea di credito revolving legata al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) delle Nazioni Unite, un contratto di finanziamento “SDG-Linked” da 1 miliardo di euro per la durata di 5 anni.

La sottoscrizione della nuova linea di credito e il primo programma di emissioni obbligazionarie SDG-linked mondiale lanciato da Enel lo scorso settembre sono volti ad ampliare e diversificare le fonti di finanziamento sostenibile di Enel. Questo nuovo approccio al finanziamento rientra nella strategia di creazione di valore attraverso l’integrazione degli SDG nel modello di business di Gruppo, una strategia che ha contribuito alla crescita di Enel ed alla riduzione del suo profilo di rischio.

La nuova linea di credito messa a disposizione da UniCredit consente di coprire l’ordinario fabbisogno finanziario di Enel ed è legata alla capacità del Gruppo di raggiungere, al 31 dicembre 2021, una percentuale di capacità installata da fonti rinnovabili su base consolidata pari o superiore al 55% della capacità installata totale consolidata. Al 30 giugno 2019, tale percentuale è già pari al 45,9%.

In base al raggiungimento di tale obiettivo entro la data prefissata, la linea prevede un meccanismo di incremento/decremento (step up/step down) che avrà effetto sul margine di interesse applicato in caso di utilizzo della linea e sulla commissione di mancato utilizzo.

Argomenti: