Banco BPM: solidità patrimoniale ben al di sopra dei requisiti BCE

di , pubblicato il
Banco BPM conferma la sua solidità patrimoniale a seguito delle valutazioni della BCE, che per l'istituto in questione calcolava un requisito minimo di CET1 ratio pari al 9,385% secondo i criteri transitori in vigore per il 2020 e al 9,505%. Qui i dettagli

Banco BPM conferma la sua solidità patrimoniale a seguito delle valutazioni della BCE.

In particolare, l’istituto avrebbe ricevuto la decisione prudenziale (“SREP decision”) contenente gli esiti del processo annuale di revisione e valutazione dei requisiti di capitale (Supervisory Review and Evaluation Process – “SREP”) da parte della BCE.

In base alle analisi e alle valutazioni effettuate nel 2019 dall’Autorità di Vigilanza a valere sulla Banca per il 2020, il requisito complessivo in termini di CET1 ratio da rispettare su base consolidata è pari a 9,385% secondo i criteri transitori in vigore per il 2020 e a 9,505% secondo i criteri a regime.

Il Gruppo Banco BPM al 30 settembre 2019 supera ampiamente tali requisiti prudenziali. In riferimento ai coefficienti effettivi calcolati in conformità ai criteri transitori in vigore per il 2019 si ha:

  • un Common Equity Tier 1 ratio pari al 13,76%
  • un Total Capital ratio pari al 16,30%

Considerando i coefficienti patrimoniali calcolati in base ai criteri in vigore a regime si ha:

  • un Common Equity Tier 1 ratio pari al 12,06%
  • un Total Capital ratio pari al 14,41%
Argomenti:

I commenti sono chiusi.