Stangata telefonate all’estero: anche senza roaming possono costare care, ecco a cosa bisogna stare attenti

Roaming addio?! Si ma attenti ai costi aggiuntivi quando meno ve l'aspettate.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Roaming addio?! Si ma attenti ai costi aggiuntivi quando meno ve l'aspettate.

L’estate è ormai alle porte. Con la fine delle scuole milioni di italiani si preparano ad ad andare in vacanza. Tutti, ovviamente, con il proprio smartphone, dai più grandi ai più piccoli. Da quando le spese del roaming sono state cancellate per tutti i Paesi che aderiscono all’Unione Europea, l’utilizzo del cellulare in vacanza è diventato ancora più estremo. Non è difficile notare persone che mentre sono in spiaggia o davanti ad un edificio storico, anziché pensare al mare e alla spiegazione di una guida turistica preferiscono stare collegati sui social o conversare tramite Whatsapp con i propri amici.

Le spese impreviste

Anche se i costi del roaming sono soltanto un lontano ricordo per migliaia di viaggiatori che decidono di trascorrere le loro vacanze in Europa, le spese impreviste per telefonate e utilizzo dei gigabyte è dietro l’angolo. Ma anche chi resta in Italia non è esente. Il riferimento è a chi viaggia in traghetto o in crociera. Durante la traversata, come riporta La Stampa, può capitare che il telefono si colleghi ad una rete satellitare, arrivando a spendere per una telefonata della durata di un minuto fino a 6 euro, questo accade perché le chiamate lontane dalla costa sono gestite da società diverse.

Occhio ai paesi dove il roaming non è stato abolito

Esistono poi dei Paesi dove il roaming non è stato abolito. Tra questi, citiamo il vicino San Marino, la ricca Svizzera, l’Albania, il Montenegro e la Repubblica turca di Cipro del Nord. Se andate in vacanza in questi Stati, sappiate che non potrete utilizzare la vostra ricaricabile come in Italia e come negli altri Paesi dell’Unione Europei che hanno sposato il piano di cancellazione del roaming. Nel Regno Unito, Norvegia, Islanda e Liechtenstein invece questo pericolo nonn si corre. Prestate dunque la massima attenzione, se non volete tornare a casa con un’amara sorpresa nel vostro credito residuo, o peggio, ancora nel vostro conto corrente bancario/postale o carta di credito, dal momento che numerose promozioni si poggiano direttamente su di essi.

Leggi anche: Stangata benzina: estate di rincari per gli automobilisti, a rischio anche bollette luce e gas

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Europa, Economia Italia

I commenti sono chiusi.