Pagati per non usare lo smartphone: l’app rivoluzionaria da 1,4 milioni di dollari

L'app che fa guadagnare sconti se non utilizzi lo smartphone: un successo da 1,4 milioni di dollari.

di Chiara Lanari, pubblicato il
L'app che fa guadagnare sconti se non utilizzi lo smartphone: un successo da 1,4 milioni di dollari.

C’è un modo per guadagnare smettendo di usare lo smartphone. O meglio, non si tratta proprio di soldi ma di sconti, buoni o agevolazioni per acquistare vari prodotti e servizi. A promettere tutto ciò è un’app che vorrebbe aiutare i giovani, ma a questo punto anche gli adulti considerando quanti sembrano dipendere dal proprio smartphone, a disintossicarsi. L’idea geniale arriva dai Paesi scandinavi e l’app in questione si chiama Hold. Come funziona?

L’app che ti paga ma solo se smetti di usare lo smartphone

L’idea di ricevere un premio per smettere di fare qualcosa deve essere balenata in testa a molti. Di base è questo che fa quest’app dedicata a chi vorrebbe disintossicarsi dallo smartphone o dalle app stesse. In poco tempo ha raggiunto un successo che è andato oltri i confini scandinavi e ora la stanno utilizzando anche in Gran Bretagna. In realtà Hold si rivolge piuttosto agli studenti, quelli che vivono attaccati al cellulare e si distraggono quindi facilmente dai loro doveri. Il funzionamento è anche piuttosto semplice: si scarica l’app, la si attiva e si smette di usare lo smartphone. A quel punto parte un timer che con il passare del  tempo segna anche dei punti, più il tempo passa più i punti aumentano, se ne guadagna uno ogni venti minuti “con le mani in tasca”. E alla fine, direte voi, cosa succede? Più punti si guadagnano, che coincide molto semplicemente con più tempo si sta senza smartphone, più sconti e buoni si possono ottenere. Dunque non si riceve denaro ma sconti da spendere sulla stessa app o sul marketplace associato per poter acquistare libri, servizi e snack online o nei punti vendita associati.

Come guadagna l’app?

Se il “disintossicante” guadagna smettendo di usare il cellulare, l’app guadagna grazie alla promozione dei prodotti. In sostanza i marchi pagano Hold per poter entrare nell’app, farsi pubblicità e vendere. L’idea sembra avere un futuro considerando che l’applicazione ha già guadagnato 1,4 milioni di dollari dagli investitori e che nei primi tre mesi di lancio un quarto degli studenti norvegesi ha scaricato Hold, che ora è sbarcata anche in Gran Bretagna. La storia ricorda vagamente quella dell’app magica che aiutava ad acquistare a prezzi bassi i biglietti aerei invenduti. 

Leggi anche: TripoOw, l’app per viaggi rivoluzionaria di una start-up catanese che sceglie meta e date per te

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Europa, Social media e internet