L’Ucraina alza i tassi al 30% e la valuta si rafforza del 9%. Restano i controlli sui capitali

La banca centrale in Ucraina ha alzato i tassi al 30% per fermare l'inflazione e il crollo della grivnia, che in un anno ha perso il 60% del suo valore. Restano i controlli sui capitali.

di Giuseppe Timpone, pubblicato il
La banca centrale in Ucraina ha alzato i tassi al 30% per fermare l'inflazione e il crollo della grivnia, che in un anno ha perso il 60% del suo valore. Restano i controlli sui capitali.

La Banca Centrale Ucraina ha annunciato di avere alzato i tassi dal 19,5% al 30%, nel tentativo di arrestare l’impennata dei prezzi, conseguenza del crollo della grivnia o hryvnia, la valuta locale, che nel 2014 ha perso il 60% e ha continuato la sua discesa anche in seguito all’abbandono del cambio fisso con il dollaro delle scorse settimane. Alla notizia che il governatore Valeriya Gontareva ha inasprito la stretta monetaria, il cambio si è rafforzato del 9,3% contro il biglietto verde, scendendo a 24,25 da oltre 26 di ieri. Lo scorso 26 febbraio, aveva toccato un record negativo a 34. L’istituto ha ribadito i controlli sui capitali, tra i quali rimane l’obbligo per le società esportatrici di convertire almeno il 75% dei ricavi in valuta straniera in grivnie. L’intento della Gontareva è di portare il cambio all’obiettivo di 21,70 fissato per il bilancio 2015 e che il Fondo Monetario Internazionale ritiene un presupposto per l’erogazione degli aiuti, all’interno del piano già varato lo scorso anno per 17,5 miliardi di dollari. La sopravvivenza finanziaria di Kiev dipende, infatti, dagli aiuti dell’istituto, senza il quale sarebbe in default. Lo scorso trimestre, il pil ucraino è precipitato su base annua del 15,2%, a seguito della guerra in corso tra governo e ribelli filo-russi, al centro di una disputa internazionale assai grave tra Russia e Occidente. E il bond con scadenza luglio 2025 e con cedola al 9,25% offre attualmente un rendimento al 60%, che nei fatti implica un rischio fallimento pressoché totale secondo gli investitori.   APPROFONDISCI – L’Ucraina liberalizza il cambio e la grivna crolla del 33%. Restano i controlli sui capitali L’economia in Ucraina è al collasso, inflazione al 17%. Ma Kiev smentisce il default  

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Crisi Ucraina