Le città delle opportunità: ecco dove trovare lavoro è più facile e perché

Milano e Roma fanno parte della top 100 delle città dove si trova lavoro ma non è tutto oro quel che luccica.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Milano e Roma fanno parte della top 100 delle città dove si trova lavoro ma non è tutto oro quel che luccica.

Quali sono le città italiane dove è più facile trovare lavoro? Tra quelle italiane le uniche che spiccano sono Milano, anche se appare alla posizione numero 86, e Roma alla 92esima. A dirlo la classifica stilata da Movinga sulle 100 città del mondo in cui ci sono più opportunità di lavoro, una ricerca che fa parte dell’indagine Cities of Opportunity e che analizza appunto anche il mondo del lavoro quale spinta per trasferirsi.

Boston, Monaco e Calgary al top per lavorare

La lista stilata dalla società che si occupa di trasferimenti ha preso in esame alcuni fattori quali le possibilità di carriera ma anche la solidità economica per le start up e aziende, le possibilità per expat, donne e giovani e la qualità della vita riferita al reddito e i benefit sanitari nonché la disparità salariali tra uomini e donne. A conti fatti la migliore città dove lavorare è Boston, che racchiude tutti i fattori, in particolar modo risulta essere la città dove l’economia è solida, ci sono buone possibilità per le donne e il reddito è alto. Nelle prime posizioni sembra anche dominare la Germania.

Subito dopo Boston c’è Monaco di Baviera, mentre Amburgo e Stoccarda sono quarte e quinte. Sul podio insieme a Boston e Monaco figura la canadese Calgary. Tra le prime 10 anche Londra, Singapore, Oslo, Francoforte ed Edimburgo.  Nella classifica globale, tra le grandi città, troviamo New York alla 13esima posizione, Berlino alla 14esima, Sydney e San Francisco rispettivamente 18esima e 19esima seguite da Stoccolma. Barcellona e Madrid come Milano e Roma occupano le posizioni finali (88esima e 95esims).

Le città per giovani

La classifica è stata poi divisa in base ai vari fattori. Quella migliore per i giovani è Dubai, dove sono presenti molti expat ma a suo discapito c’è il fatto di non essere una città per donne, nella stessa classifica riferita ai giovani troviamo anche Monaco, Singapore, Praga, Amsterdam, Hong Kong, Tokyo, Sydney, Vancouver e Berlino. Per quanto riguarda Hong Kong questa presenta alti punteggi per la crescita del prodotto interno lordo mentre Singapore si è distinta per la solidità economica. Londra è la città con più start up, Praga quella dove l’occupazione giovanile è ottima. Norvegia, Finlandia, Svezia e Slovenia sono invece i paesi dove le differenze di genere sono minori. Nella lista anche Danimarca, Canada, Svizzera e Usa.

Milano e Roma non sono città per expat

Per quanto riguarda Milano la città meneghina è 82esima e si è ben piazzata per quanto riguarda la solidità economica, le opportunità per giovani  e la qualità della vita. Meno bene guardando alle opportunità per le donne. Anche Roma, 92esima, ha ottenuto bassi punteggi per quanto riguarda le possibilità per le donne e gli expat. In effetti basta rileggere un altro articolo riferito proprio alle città dove gli expat preferiscono lavorare ( Le migliori città dove preferiscono lavorare gli expat: Milano e Roma peggiori per stipendio e carriera) per giungere alla conclusione che le italiane, anche in quel frangente, non hanno ottenuto buoni punteggi. Milano resta però la città italiane che offre più opportunità per giovani.

Leggi anche: Ricchi e poveri d’Italia e d’Europa: le città e le regioni dove si vive peggio e meglio

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Disoccupazione, Economia Europa