Ferrari, Goldman Sachs cambia il suo rating da buy in sell.

I benefici per la produzione di auto elettriche da parte di Ferrari non saranno immediati. Incertezza sui potenziali utili futuri.

di , pubblicato il
Ferrari

Goldman Sachs ha tagliato il rating su Ferrari da buy in sell.

L’analista di Goldman, George Galliers, ha basato le sue valutazioni sui fondamentali della società. Quali sono i motivi di questo cambio di passo?

Golmand Sachs: sell per Ferrari

“Il recente aumento del prezzo delle azioni Ferrari, spiega Galliers, è stato in gran parte guidato dall’evoluzione positiva degli utili e dalle revisioni del consenso”.

A maggio, la casa di Maranello ha reso nota la decisione di posticipare i target finanziari fissati nel capital markets day 2018, a causa dell’emergenza sanitaria del Coronavirus e per ragioni di gestione prudenziale. I target finanziari per il 2022, sostanzialmente, sono stati posticipati al 2023.

L’industria automobilistica dovrebbe trarre beneficio nei prossimi 12-18 mesi da un miglioramento sequenziale della produzione globale. Ma Galliers non si aspetta che Ferrari sposso usufruire di tale beneficio e quindi dell’aumento delle vendite.

Arriva il nuovo CEO 

La scorsa settimana, Ferrari ha nominato Benedetto Vigna, dirigente di STMicroelectronics (STM) – Get Report, il più grande produttore europeo di semiconduttori, alla carica di amministratore delegato. Succederà a Louis Camilleri, dimessosi a dicembre per motivi personali.

A maggio, Lamborghini ha presentato un modello di auto elettrica, unendosi a Ferrari, Porsche e Audi nella corsa tra i produttori di auto di lusso per costruire veicoli elettrici.

Nonostante la svolta verso l’elettrificazione sia fondamentale, spiega Goldman Sachs in una nota, i vantaggi per Ferrari non saranno immediati.

“Anche se consideriamo positivamente qualsiasi spinta di Ferrari per essere all’avanguardia nelle tecnologie in evoluzione a lungo termine, per gli investitori di oggi, la transizione porta incertezza sui potenziali futuri requisiti di spesa in conto capitale e sulle loro implicazioni per gli utili e il flusso di cassa”.

 

Articoli correlati

Argomenti: ,