EasyJet punta alla ripresa post covid e sfida Ryanair con i voli da Orio al Serio

Nuovi voli con easyJet a partire da maggio da Bergamo Orio al Serio, parte la sfida a Ryanair della compagnia aerea.

di , pubblicato il
Easyjet sfida Ryanair

Da maggio parte la sfida della compagnia aerea easyJet a Ryanair che inizierà a volare da Milano-Bergamo Orio al Serio e andrà a collegare la città lombarda a Olbia. Almeno per il momento.

Easyjet volerà da Bergamo da maggio

Il vettore low cost inglese scommette sulla ripresa dei voli dalla prossima estate e così ha deciso di puntare anche all’aeroporto di Orio al Serio, ad oggi il più grande hub italiano di Ryanair. Dal 28 maggio, easyJet collegherà infatti Bergamo a Olbia con un volo al giorno fino al 23 ottobre.
La low cost inglese, infatti, consapevole che ancora il mercato non è tornato alla normalità a causa delle numerose restrizioni legate alla pandemia, vuole testare la reazione dei passeggeri durante l’estate su una tratta che sicuramente è molto affollata durante quei mesi. Ad oggi easyJet ha sempre puntato in maniera maggiore su Milano Malpensa e Milano Linate, ma con uno sguardo alla ripresa e la volontà di espandersi. Ad oggi la compagnia low cost, serve 18 aeroporti italiani e numerose destinazioni sia italiane che estere.
Con una nota, la società ha spiegato i suoi progetti futuri:
“Dalla prossima estate easyJet inizierà ad operare anche all’aeroporto di Milano Bergamo offrendo maggiore possibilità di scelta ai lombardi che vivono nella parte orientale della regione e che desiderano trascorrere le vacanze in Sardegna, così come ai sardi che intendono visitare Bergamo, Milano e tutta la Lombardia per lavoro o per piacere”.

Puntare alla ripartenza

Easyjet, inoltre, scommette anche sulla ripresa dei voli e propone il cambio gratis del volo acquistato entro 14 giorni dalla partenza, qualora sia impossibile partire per ragioni legate alla pandemia o altri motivi.

Anche altre compagnie stanno puntando al cambio gratuito per spingere gli acquirenti a comprare i voli e riempire i posti vuoti.

Nell’ultimo anno il traffico aereo si è più che dimezzato, così come i collegamenti tra le varie città proprio a causa delle mancate prenotazioni. I vettori hanno così dovuto ridurre drasticamente l’operativo voli anche se tutti sperano in una ripresa dai mesi estivi, magari partendo proprio dalle rotte nazionali. Una mano, infine, potrebbe arrivare dal passaporto sanitario digitale. Da marzo inizieranno anche i test dello Iata Travel Pass.

Vedi anche: L’idea del passaporto digitale per i vaccinati: ipotesi e dubbi allo studio

[email protected]

Argomenti: ,