EasyJet: arrivano i voli intercontinentali low cost, ecco la nuova strategia di mercato

Ecco la nuova strategia di mercato della EasyJet: voli intercontinentali mediante il servizio worldwide. Ma come funziona esattamente e quali saranno i benefici per i viaggiatori?

di , pubblicato il
Easyjet sfida Ryanair

La compagnia aerea EasyJet ha messo a disposizione dei propri utenti il servizio “Worldwide by EasyJet” grazie al quale si potranno raggiungere destinazioni intercontinentali come il Nord ed il Sud America e Singapore a prezzi davvero convenienti. Al momento quella di easyJet sarà l’unica piattaforma per comprare voli low cost verso tutto il Mondo grazie ad accordi con vettori a basso costo.

Worldwide di EasyJet: cos’è

Worldwide di EasyJet permetterà agli utenti di prenotare attraverso il suo sito voli intercontinentali operati da altri vettori. Per riuscirci si sfrutterà “Gatwick Connects” che è un network già attivo nell’aeroporto di Londra grazie al quale i passeggeri possono connettersi alle varie compagnie che operano a Gatwick con un solo click. Si inizierà con la compagnia Norwegian Air e con la WestJet per arrivare in Sud e Nord America ma anche a Singapore.

L’obiettivo è poi estendere i voli in tutto l’Oriente. Dalla EasyJet, infatti, fanno sapere che è in corso una trattativa  con alcune compagnie asiatiche e tra queste spunterebbe il nome degli Emirates. Al momento i voli saranno solo da Londra Gatwick che sarà anche il centro operativo. L’obiettivo però è di far partire i low cost intercontinentali anche da Milano, Parigi e dalle città europee più importanti.

La strategia di EasyJet sul mercato

L’utente, al momento di prenotare un volo intercontinentale con EasyJet, si ritroverà con due biglietti diversi. Uno sarà quello del volo EasyJet mentre l’atro sarà quello del collegamento intercontinentale operato dal vettore per il lungo raggio. Ovviamente in questo modo si conosceranno i due distinti prezzi e la quota che si dovrà corrispondere alla EasyJet per il servizio.

La compagnia aerea svela che questa è una mossa di mercato per diversificare l’offerta. Il vecchio AD  di essa ovvero Carolyn McCall aveva  infatti, già in passato, comunicato che molte persone che volano in uno scalo dove c’è la EasyJet, poi continuano il loro viaggio su altri collegamenti sopratutto di lungo raggio. Queste sono circa 70 mila ed è proprio a tale segmento che Wordwide EasyJet si rivolge.

Il Country director della compagnia ha spiegato infine che,  grazie al loro numero di viaggiatori sempre crescente, l’obiettivo sarà quello di estendere il sistema delle prenotazioni sulla medesima piattaforma anche per voli regionali. Essendo quello di Ryanair un meccanismo flessibile, quindi, non solo si potranno aumentare le compagnie partner ma si potranno coinvolgere sempre più aeroporti. Leggete anche: Caos AirBerlin ed Alitalia, quale sarà il loro futuro: spezzatino? Ma quale tipo di spezzatino?.

Argomenti: ,