Dpcm 3 dicembre: confermato divieto spostamenti tra Regioni dal 21 dicembre al 6 gennaio

Emanato il Dpcm del 3 dicembre, confermati divieti di spostamento tra Regioni.

di , pubblicato il
Nuovo Dpcm regole 5 marzo

Il Governo ha emanato il nuovo Dpcm che vieterà gli spostamenti nei giorni delle feste e sarà in vigore dal 4 dicembre. Che cosa prevede?

Confermato il divieto di spostamenti tra Regioni durante le feste

Tra i punti già confermati il divieto di spostamento tra Regioni tra il 21 dicembre e il 6 gennaio. Nel testo si legge “dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 è vietato, nell’ambito del territorio nazionale, ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome, e nelle giornate del 25 e del 26 dicembre 2020 e del 1° gennaio 2021 è vietato altresì ogni spostamento tra comuni, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute”. Sarà ovviamente consentito il rientro alla propria residenza, domicilio e abitazione. 

Libertà di movimento durante l’Immacolata ma solo tra Regioni Gialle

Per quanto riguarda le regioni in fascia gialla, ci si potrà muovere liberamente dal 4 al 20 dicembre, solo verso altre regioni in fascia gialla. Per il Ponte dell’Immacolata, quindi, chi sarà possibile spostarsi e non ci saranno restrizioni sugli spostamenti tra zone gialle. Attualmente quindi potranno solo chi vive in Lazio, Sardegna, Veneto, Molise, Provincia di Trento, Liguria, Sicilia e Basilicata verso altre regioni gialle. Nei prossimi giorni, però, dovrebbero arrivare notizie in merito alle altre regioni.  

Divieto di spostamento tra Comuni il 25, 26 dicembre e 1 gennaio

Confermato anche il divieto di spostamento tra Comuni il 25 e 26 dicembre e il 1 gennaio salvo comprovate esigenze lavorative, necessità o motivi di salute. Non sarà neanche permesso spostarsi nelle seconde case fuori regione e nei giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno neanche fuori dal Comune. 

Rimane anche la raccomandazione ad evitare tavolate con persone non conviventi o parenti stretti.

In ogno caso non bisogna superare il numero di 10 al tavolo. Resta confermato il coprifuoco alle 22 alle 6 dal 4 dicembre al 6 gennaio, anche a Natale e Capodanno.

Vedi anche: Feste blindate nel nuovo Dpcm: vietato uscire dal proprio Comune il 25 e 26 dicembre

[email protected]

Argomenti: ,