Corridor Certificate, come funziona il nuovo prodotto di Société Générale per sfruttare anche la lateralità del mercato

Che cosa sono e come funzionano i Corridor Certificate di Société Générale, il nuovo strumento finanziario che consente all'investitore di sfruttare anche la lateralità del mercato.

di , pubblicato il
Che cosa sono e come funzionano i Corridor Certificate di Société Générale, il nuovo strumento finanziario che consente all'investitore di sfruttare anche la lateralità del mercato.

Société Générale, già leader del mercato in Italia con una quota del 38% nel 2017 sul turnover dei Certificate e Covered Warrant, ha introdotto un nuovo strumento finanziario, che rappresenta per il nostro Paese un’assoluta novità, oltre che una nuova opportunità di fare trading, sfruttando finalmente anche le fasi di lateralità del mercato, che rappresenterebbero circa l’80% del tempo impiegato dai traders. Parliamo dei Corridor Certificate, emessi da SG Issuer, società controllata da Société Génerale e negoziati sul mercato SeDex di Borsa Italiana. Vediamo nei dettagli di cosa si tratti.

Come funziona il Corridor Certificate

Corridor Certificate consente all’investitore di investire sull’andamento del valore di un sottostante, che può essere un’azione, un indice azionario, una materia prima, l’oro o un tasso di cambio. Il certificato viene acquistato tramite il pagamento di un premio ed è caratterizzato da una Barriera Inferiore e una Barriera Superiore, ovvero valori minimo e massimo, all’interno dei quali il sottostante deve muoversi fino alla data di scadenza fissata, allo stato attuale nel mese di marzo, a giugno o a settembre 2018. Se il sottostante si muoverà nell’arco del periodo che va dall’emissione del Certificato alla scadenza all’interno del “corridoio” individuato, a scadenza, all’investitore sarà corrisposto un pagamento di 10 euro per ogni certificato detenuto. Se, invece, anche solo per un istante il sottostante dovesse raggiungere o superare al ribasso la Barriera Inferiore o al rialzo la Barriera superiore (cosiddetto Evento Barriera), il Certificato scade anticipatamente e all’investitore non verrà corrisposto alcunché, ovvero perderà integralmente il premio (capitale) versato.

Com’è possibile capire sin da subito, il Corridor Certificate di Société Génerale è uno strumento finanziario rivolto ad investitori che accettano l’elevato rischio insito nell’operazione di investimento, che abbiano solide capacità di analisi e che puntino al breve/medio termine (3, 6 e 9 mesi). Il rendimento potenziale potrebbe anche essere elevato, ma chiaramente lo è altrettanto il rischio di perdere tutto. La peculiarità positiva di questo strumento innovativo consiste nel fatto che esso consente all’investitore di sfruttare, come anticipato sopra, le fasi di lateralità del mercato, ovvero quelle in cui non è chiara la direzione che il titolo o l’indice o il future sulla materia prima/l’oro o il tasso di cambio euro-dollaro assumerà nel periodo dato. Infatti, a differenza di un investimento long, che diventa remunerativo solo nelle fasi rialziste, o di uno short, che lo è nelle fasi ribassiste, qui è possibile ottenere un rendimento anche con un valore del sottostante sostanzialmente stabile.

Come si muovono i prezzi del Corridor Certificate

Sul piano pratico, il Corridor Certificate si muove in un range di prezzo che va da 0 a 10 euro. Esso è determinato dalle contrattazioni giornaliere, similmente a qualsiasi altro strumento quotato. Quando si acquistano certificati Corridor che hanno un prezzo molto basso, il rendimento potenziale (10 euro) è molto elevato in termini percentuali rispetto all’investimento iniziale, ma corrisponde ad un rischio elevato che l’Evento Barriera si verifichi con conseguente perdita dell’intero capitale investito. D’altra parte, quando si acquistano certificati Corridor che hanno un prezzo elevato, il rendimento potenziale si riduce in termini percentuali rispetto all’investimento iniziale, ma anche il rischio che l’Evento Barriera si verifichi è minore.

Dunque, l’investitore che acquista un Corridor Certificate di Société Générale ha dinnanzi a sé due scenari: positivo, ovvero quando il valore del sottostante rimane tra la Barriera Inferiore e la Barriera Superiore fino alla scadenza; negativo, nel caso in cui anche per un istante venisse raggiunta o superata al rialzo la Barriera Superiore o al ribasso la Barriera Inferiore. Nel primo caso, otterrà 10 euro alla scadenza del Certificato, nel secondo il Certificato scadrà in anticipo nel momento in cui si verificherà l’Evento Barriera e l’investitore perderà il capitale investito.

Chiaramente, essendo uno strumento negoziabile sul SeDex di Borsa Italiana, non è detto che l’investitore debba attendere la scadenza per chiudere la sua posizione. Egli potrà decidere di vendere in qualsiasi momento. Lo farà essenzialmente per due ragioni: se teme che il valore del sottostante abbia elevate probabilità di muoversi all’infuori del corridoio fissato; se ritiene di avere già maturato un rendimento apprezzabile e intende monetizzarlo.

Un esempio pratico

Vediamo adesso un esempio pratico di Corridor Certificate SG, quello relativo al tasso di cambio euro-dollaro con scadenza 16 marzo 2018 e che fissa una Barriera Inferiore a 1,14 e una Barriera Superiore a 1,26. E’ stato emesso l’11 gennaio 2018 a un prezzo di 8,05 euro per ciascuno degli 1 milione di certificati. Al termine della seduta di ieri, prezzava 6,99 euro e la ragione del calo è ovvia: il cambio euro-dollaro si attestava a 1,20 alla data di emissione, ovvero esattamente a metà strada tra le due barriere fissate. Al momento, viaggia sopra 1,22, segnalando una certa probabilità che da qui alla scadenza possa superare la Barriera Superiore di 1,26. Se lo facesse, il certificato scadrebbe all’istante e l’investitore perderebbe il premio versato. Se, però, rimanesse sempre all’interno del range, esso salirebbe verosimilmente di prezzo con l’avvicinarsi della scadenza e l’investitore potrebbe o rivenderlo sul mercato secondario, monetizzando il guadagno anticipatamente, oppure attendere il rimborso da parte dell’emittente al prezzo concordato di 10 euro.

Immaginando che si realizzi questo secondo scenario (positivo) e che abbiamo acquistato il Certificato al prezzo sopra indicato, otteniamo un rendimento del 43% in meno di due mesi, che su base annua sfiorerebbe il 300%. Ecco che si deduce come, pur a fronte di un rischio potenzialmente elevato, questo strumento consenta agli investitori di ottenere rendimenti anche parecchio elevati e anche senza che il valore del sottostante si sia mosso. Nell’esempio appena indicato, tale rendimento verrebbe incassato con un cambio euro-dollaro anche fermo a 1,22 alla scadenza, ovvero allo stesso tasso vigente all’atto dell’acquisto del Certificato.

Qui di seguito, l’elenco dei 60 Certificati SG negoziabili:

INDICI AZIONARI

SottostanteBarriera inferiore Barriera superiore Data di scadenzaISIN
FTSE MIB19 20024 50016/03/2018LU1651882687
FTSE MIB19 60024 10016/03/2018LU1651070804
FTSE MIB20 10025 40016/03/2018LU1651890789
FTSE MIB20 50025 00016/03/2018LU1651890946
FTSE MIB20 80024 70016/03/2018LU1651891241
FTSE MIB18 50025 30015/06/2018LU1651883495
FTSE MIB18 90024 90015/06/2018LU1651883735
FTSE MIB19 20024 50015/06/2018LU1651883149
FTSE MIB18 80026 80015/06/2018LU1651891597
FTSE MIB19 40026 20015/06/2018LU1651891753
FTSE MIB19 80025 80015/06/2018LU1651891910
FTSE MIB17 40026 30021/09/2018LU1651884386
FTSE MIB18 00025 70021/09/2018LU1651884113
FTSE MIB18 40025 30021/09/2018LU1651883909
FTSE MIB17 50028 10021/09/2018LU1651892132
FTSE MIB18 30027 20021/09/2018LU1651892306
FTSE MIB18 90026 70021/09/2018LU1651892488

 

AZIONI

SottostanteBarriera inferiore Barriera superiore Data di scadenzaISIN
INTESA SANPAOLO 2.263.2416/03/2018LU1651884626
INTESA SANPAOLO 1.983.5215/06/2018LU1651885359
INTESA SANPAOLO 2.13.415/06/2018LU1651885516
INTESA SANPAOLO 2.183.3215/06/2018LU1651885789
INTESA SANPAOLO 1.823.6821/09/2018LU1651886597
INTESA SANPAOLO 1.983.5421/09/2018LU1651885946
INTESA SANPAOLO 2.083.4421/09/2018LU1651886241
UNICREDIT 12.119.516/03/2018LU1651886753
UNICREDIT 12.718.916/03/2018LU1651887215
UNICREDIT 13.118.516/03/2018LU1651887058
UNICREDIT 10.62115/06/2018LU1651887488
UNICREDIT 11.420.215/06/2018LU1651887561
UNICREDIT 11.919.715/06/2018LU1651887728
UNICREDIT 9.322.321/09/2018LU1651888536
UNICREDIT 10.221.421/09/2018LU1651888023
UNICREDIT 10.920.721/09/2018LU1651888379

 

FUTURE MATERIE PRIME

SottostanteBarriera inferiore Barriera superiore Data di scadenzaISIN
PETROLIO WTI Future 52.56816/03/2018LU1651067339
PETROLIO WTI Future 53.567.516/03/2018LU1651066950
PETROLIO WTI Future 5466.516/03/2018LU1651067172
PETROLIO WTI Future 4872.515/06/2018LU1651067768
PETROLIO WTI Future 49.57115/06/2018LU1651068063
PETROLIO WTI Future 5169.515/06/2018LU1651067503
PETROLIO WTI Future 4575.521/09/2018LU1651068493
PETROLIO WTI Future 46.57421/09/2018LU1651068659
PETROLIO WTI Future 4872.521/09/2018LU1651068147

METALLI PREZIOSI

SottostanteBarriera inferiore Barriera superiore Data di scadenzaISIN
ORO1 2401 39016/03/2018LU1651069202
ORO1 2501 37016/03/2018LU1651069038
ORO1 2601 37016/03/2018LU1651068816
ORO1 1901 44015/06/2018LU1651069970
ORO1 2001 43015/06/2018LU1651069624
ORO1 2201 41015/06/2018LU1651069467
ORO1 1301 50021/09/2018LU1651070127
ORO1 1601 47021/09/2018LU1651070473
ORO1 1801 45021/09/2018LU1651070630

 

TASSI DI CAMBIO

SottostanteBarriera inferiore Barriera superiore Data di scadenzaISIN
EUR/USD1.141.2616/03/2018LU1651889260
EUR/USD1.151.2516/03/2018LU1651888965
EUR/USD1.161.2416/03/2018LU1651888700
EUR/USD1.111.2915/06/2018LU1651890193
EUR/USD1.121.2815/06/2018LU1651889856
EUR/USD1.131.2715/06/2018LU1651889427
EUR/USD1.091.3121/09/2018LU1651890359
EUR/USD1.11.321/09/2018LU1651890516
EUR/USD1.111.2921/09/2018LU1651890607

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,