Come sta andando il mercato delle auto elettriche?

Nel secondo trimestre 2020, in Europa le immatricolazioni delle auto elettriche (Ecv) sono salite a 129.344 unità.

di , pubblicato il
Nel secondo trimestre 2020, in Europa le immatricolazioni delle auto elettriche (Ecv) sono salite a 129.344 unità.

L’elettrificazione nel settore delle auto è un fenomeno relativamente recente, ma è soltanto negli ultimi mesi che gli automobilisti sembrano aver capito come le vetture elettriche non rappresentino soltanto il futuro ma anche il presente. Numerosi addetti ai lavori aspettavano i dati di vendita relativi al secondo trimestre per capire come il coronavirus avesse influenzato le scelte dei cittadini europei. Come è noto, la pandemia ha avuto pesanti ripercussioni sull’intero comparto dell’automotive, ma c’è un segmento in particolare che non ha subito contraccolpi, se paragonato ai “soliti noti”. Ci stiamo riferendo appunto alle auto elettriche, con la quota di mercato salita fino al 7,2%.

Aumento netto delle immatricolazioni di auto elettriche dal secondo trimestre 2019 ad oggi

A prima vista il market share delle vetture a batteria elettrica non è così importante, essendo al di sotto della soglia del 10%. Chi però segue da vicino l’evoluzione del processo storico, sa bene come quello raggiunto al termine del secondo trimestre sia un risultato eccezionale. Infatti, nello stesso periodo dello scorso anno le auto elettriche occupavano una fetta di market share nettamente più bassa (2,4%). I dati sono stati comunicati dall’Acea, l’Associazione dei produttori di automobili europea.

I numeri delle auto elettriche in Europa

Nel secondo trimestre 2020, in Europa le immatricolazioni delle auto elettriche (Ecv) sono salite a 129.344 unità, con un incremento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente pari al 53,3%. Le ibride plug-in rappresentano quasi la metà delle vendite complessive di veicoli a ricarica elettrica, con oltre 66 mila nuove auto. L’alternativa è rappresentata dai veicoli elettrici ibridi (contrassegnati dalla sigla Hev), che hanno raggiunto quasi 172 mila vetture immatricolate tra aprile e giugno 2020.

La crisi dei motori convenzionali

Mentre le vendite delle auto a ricarica elettrica crescono in modo esponenziale, vivono un periodo di forte crisi i motori convenzionali.

Quelli diesel, ad esempio, pur mantenendo una quota di mercato pari al 29,4%, hanno fatto segnare una riduzione pari al 53%. Crollano anche le vendite dei veicoli a benzina, scese da 2 milioni a poco più di 900 mila unità.

Leggi anche: Auto elettrica: cosa devi sapere prima di acquistarla

[email protected]

Argomenti: ,