Come i marchi e il loro valore influenzano i consumi (e il fatturato)

Come cambiano i consumi e le scelte che dipendono sempre più dal valore del marchio.

di , pubblicato il
Come cambiano i consumi e le scelte che dipendono sempre più dal valore del marchio.

Le scelte dei consumatori quando si tratta di consumi non sono più guidate soltanto dalla qualità dei prodotti ma anche dal marchio stesso e dall’immagine che questo riesce a veicolare.

La ricerca di Accenture

Secondo una recente ricerca di Accenture Strategy, Global Consumer Pulse Research, From Me to We: The Rise of the Purpose-led Brand, il 71% dei consumatori acquista prodotti e servizi di aziende che riflettono i valori in cui credono mentre il 47% non ha più acquistato alcuni prodotti perchè l’azienda è lontana eticamente dal proprio pensiero.

I consumatori, in base alla ricerca, pensano che le aziende debbano prendere una posizione chiara su questioni sociali e culturali, che siano trasparenti sulla produzione dei prodotti e che riescano a fornire rassicurazioni su temi di sostenibilità ambientale e sociale o sulla promozione del lavoro.

Leggi anche: I migliori marchi Made in Italy 2019 secondo BrandZ: Gucci al timone

Emerge, dunque, sempre più, un comportamento atto a dare importanza al marchio che guida le scelte di chi acquista. I consumatori pesano anche l’autenticità e il sistema valoriale. Basti pensare che il 63% da importanza a questi fattori quando si trova a dover acquistare certi prodotti. Si tiene conto anche dell’ambiente e di come vengono trattate le persone mentre per il 73% l’acquisto di prodotti e servizi è basato sugli ingredienti e sul rispetto dei diritti umani, il 68% dei consumatori da molta importanza alla riduzione dell’utilizzo di materiali plastici.

Il fatturato dipende dalle scelte dei consumatori

Secondo Beatrice Lamonica, Sustainability Lead di Accenture Strategy, “Non basta più che le aziende siano pronte a risolvere le possibili criticità che si presentano nella realtà quotidiana: ora sono l’impegno a supporto dei valori condivisi e della sostenibilità ad influenzare fortemente le scelte dei consumatori, che si aspettano trasparenza rispetto alla fornitura dei prodotti, alla loro tracciabilità e alla garanzia di condizioni lavorative sicure”.

Le aziende sono consapevoli che un calo della fiducia da parte dei consumatori può essere deleteria per il fatturato in quanto i consumatori ad oggi sono anche stakeholder attivi.

“Fino a qualche anno fa le aziende orientavano decisioni e investimenti con l’obiettivo di accrescere la fedeltà del proprio target; in seguito hanno cambiato modo di porsi per ottenere un coinvolgimento attivo degli utenti fino ad arrivare, in una nuova fase, a cercare di essere iper-rilevanti nei confronti del pubblico. Oggi, devono necessariamente aderire a un sistema di valori rilevante e condiviso con i consumatori” ha dichiarato Fabio De Angelis, Managing Director – Accenture Strategy, Advanced Customer Strategy Lead.

Le aziende in sostanza devono far crescere e maturare le relazioni con i clienti e coinvolgere i consumatori nelle loro scelte.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,
>