Come è cambiata la spesa dopo il coronavirus: l’e-grocery fa boom

Ormai il 30% degli utenti fa la spesa online e la ritira in negozio in modalità drive, altri la ordinano direttamente per telefono nei negozi di quartiere.

di , pubblicato il
Ormai il 30% degli utenti fa la spesa online e la ritira in negozio in modalità drive, altri la ordinano direttamente per telefono nei negozi di quartiere.

Come è cambiato il modo di fare la spesa dopo il coronavirus? Sicuramente, in molti ricorderanno le file lunghissime per andare al supermercato, intere mattinate passate in fila, una corsa per accapparrarsi la farina, il lievito o il gel igienizzante. Secondo un report di Coop, ormai il 25% degli italiani è tornato alla vita normale ma è rimasta la passione per la cucina e la pizza fatta in casa. E non si risparmia più per il cibo. 

Abitudini cambiate

Il covid ha cambiato le abitudini degli italiani, che ora sembrano anche più avvezzi alle compere online. La pandemia ha fatto crescere del 132% l’e-grocery ossia l’acquisto della spesa tramite lo smartphone. Nel report si legge che è “previsto che i 2,7 miliardi di valore assoluto -previsti come obiettivo di settore del 2025  saranno raggiunti già nei primi mesi del prossimo anno“. Fare la spesa online è diventata una consuetudine, tra i motivi spiccano sicuramente la percezione delle famiglie che ora trovano molto più sicuro acquistare sul web rispetto al passato ma anche il cambiamento degli stili di vita ha avuto il suo peso. Le persone tendono ad uscire meno, i figli sono spesso a casa, tra una lezione in aula e una davanti al computer di casa, e questo porta a maggiori impegni. Senza contare il potere dello smart working che sicuramente ha avuto un peso grandissimo nel cambiare la vita sociale delle persone.

Spesa online e boom dei negozi di quartiere

Ormai il 30% degli utenti fa la spesa online e la ritira in negozio in modalità drive, altri la ordinano direttamente per telefono nei negozi di quartiere, che sono stati riscoperti e la ritirano sul posto.

Anche i volantini promozionali sembrano cambiare faccia e quelli online, inviati per messaggio o posta elettronica stanno sostituendo i famosi volantini cartacei. 

Il modo di fare la spesa, quindi, è cambiato, com’è cambiato anche il tipo di spesa. Sempre più italiani acquistano prodotti come gel igienizzanti ma anche farine e lieviti, segno che l’abitudine presa durante la pandemia è rimasta intatta. 

Leggi anche: Rivoluzione consumi: come è cambiata la spesa dopo il coronavirus

[email protected]

Argomenti: ,