Bonus vacanze 2021 per rilanciare il turismo: ora si può usare più volte

Le novità previste per il bonus vacanze nel 2021, ora si può usare più volte.

di , pubblicato il
Bonus vacanze 2021

Continuano le novità sul bonus vacanze 2021. L’agevolazione era stata lanciata lo scorso anno per rilanciare il turismo e tra qualche polemica e problemi ad usufruirne erano stati molti gli italiani a richiederlo. Rispetto allo scorso anno, inoltre, sono previste alcune novità.

Bonus vacanze, le novità

Il bonus vacanze è stato prorogato fino a giugno 2022 e non solo si potrà cedere ma anche utilizzare più di una volta. Il ministero del Turismo ha previsto un emendamento al dl Sostegni per modificare la modalità di fruizione dell’incentivo.
Oltre alla proroga fino a giugno 2022, è previsto che è possibile cedere il bonus e anche usarlo più volte per strutture e periodi diversi. Sarà possibile usarlo anche nelle agenzie viaggi. Chi ha richiesto il voucher vacanza nel 2020 può usarlo entro il 31 dicembre 2021. Va comunque ricordato che questo va usato solo da un componente del nucleo familiare ma anche essere speso in un’unica soluzione.

Le modifiche richieste attualmente, consentono di usare il bonus vacanze a rate, quindi più volte durante l’anno e anche presso hotel o strutture diverse, così come utilizzarlo presso le agenzie viaggi. L’obiettivo è ovviamente quello di far funzionare meglio il voucher vacanze per dare uno slancio al settore turistico. Anche lo scorso anno l’iniziativa era partita bene, ma durante l’estate erano giunte varie segnalazioni di cittadini che avevano trovato difficoltà ad usare il bonus a causa di alcuni paletti imposti che andavano dall’impossibilità di usarlo in alta stagione o con un limite di notti da rispettare.

Come cambia il turismo dopo la pandemia

E se l’iniziativa del bonus vacanza continua anche per quest’anno, il settore turistico spera nella ripresa al più presto.

Le ultime notizie che riguardano il coprifuoco alle 22 e il pass verde per spostarsi tra regioni arancioni e rosse fanno temere per uno stop alle prenotazioni a causa delle restrizioni e dei limiti imposti. Gli operatori sono convinti che il fenomeno del turismo di massa calerà almeno per i prossimi mesi.

Le persone cercano più isolamento, luoghi sicuri e spazi aperti in cui stare lontano dagli altri. Si cercano soprattutto ville con giardini, appartamenti più grandi e isolati, anche per periodi più lunghi rispetto al passato. Questo grazie al fenomeno dello smart working in vacanza, un trend che ha già iniziato a prendere forma dallo scorso anno e che dovrebbe andare avanti anche per questa estate.

Vedi anche: Bonus vacanze, per l’estate 2021 spendibile nelle agenzie di viaggi: un nuovo flop?

[email protected]

Argomenti: ,