Abiti a noleggio, il Netflix della moda: come funziona il nuovo business dell’abbigliamento

L'idea del noleggio vestiti, un nuovo business per dare del filo da torcere alle catene di abbigliamento low cost.

di Chiara Lanari, pubblicato il
L'idea del noleggio vestiti, un nuovo business per dare del filo da torcere alle catene di abbigliamento low cost.

Indossare abiti diversi ogni giorno senza acquistarli. Sembra un sogno ma invece è una realtà assodata. Non si tratta di smettere di fare shopping ma semplicemente di noleggiare vestiti e indossarli all’occorrenza o quotidianamente. L’idea appare quasi come un Netflix dell’abbigliamento in cui si paga un costo fisso per affittare abiti e poi metterli quando si ha la necessità. Ad oggi il mercato sembra già consolidato per la fetta che riguarda gli abiti da cerimonia o gli abiti per alcuni eventi come Carnevale ed Halloween.

Un nuovo business per fare concorrenza ad H&M e Zara

Sono molte le aziende che hanno pensato a questo tipo di business: la cinese YCloset, Le Tote da San Francisco, la newyorchese Rent-to-runaway e la londinese Girl Meets Dress. In una società in cui tutto sembra mutare velocemente, anche il mercato della moda sembra guardare verso un modello in cui si da la possibilità di avere di più senza dover per forza acquistare un prodotto ma ottenerlo per un tempo limitato. Amazon, ad esempio, almeno negli Usa, stava sperimentando un servizio che  offre la possibilità di provare dei capi di abbigliamento facendoseli spedire a casa e acquistando alla fine soltanto quelli graditi.

Leggi anche: Amazon Wardrobe: provi a casa e paghi dopo, come funziona il nuovo servizio che rivoluziona lo shopping online

Come funziona

Il funzionamento del noleggio vestiti è diverso ma il concetto non cambia. Basta scegliere uno dei pacchetti proposti dalle aziende per affittare un tot di abiti. Ad oggi il servizio ha puntato in particolare al noleggio di abiti da sera o cerimonia ma ora l’intenzione è quella di guardare oltre e coinvolgere anche abiti quotidiani, jeans, scarpe, magliette, t-shirt e via dicendo. Non a caso queste aziende vorrebbero fare concorrenza a catene low cost come H&M e Zara che hanno appunto fatto dei prezzi abbordabili la loro forza. Le aziende di affitto, invece, farebbero risparmiare ancora di più  noleggiando a tempo semplicemente un determinato capo e frenando il trend della moda usa e getta.

Aziende come YCloset o le americane  Rent-to-runway o Le Tote puntano ad oggi ad offrire dei pacchetti fissi tramite abbonamenti per poter affittare vari capi durante il mese. Una volta usati basta riconsegnarli e poi noleggiarne altri. In questo modo oltre ad avere sempre un look diverso, si potrà risparmiare e non di poco. L’affare piace e l’inglese Girl Meets Dress sta puntando anche al noleggio di abiti firmati, un sogno per tante donne che non potrebbero acquistarli altrimenti.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Europa, Economia USA, Economie Asia, Social media e internet